Un’epidemia da combattere con l’amore

27 Febbraio 2020 In Edicola

tweet

Cari lettori, siamo tutti colpiti da quello che sta succedendo in Italia e in particolare in Lombardia e Veneto: questo subdolo virus che si nasconde dietro a un apparente raffreddore e che ha un’altissima capacità di contagio ha cambiato in pochissimi giorni le nostre abitudini. E non solo di coloro che abitano nelle zone più a rischio. La Chiesa ha prontamente preso alcune decisioni che seguono l’indicazione principale delle autorità: evitare assembramenti e raggruppamenti di persone. Così molte chiese sono rimaste chiuse, altre sono restate aperte ma non vi sono state celebrate le messe. E Francesco ha invitato tutti noi a pregare per le persone colpite dal virus e per i loro familiari. Vi spieghiamo quali sono gli accorgimenti elementari per evitare il contagio, ma la raccomandazione che mi sento di fare a tutti voi è quella di prendere tutte le precauzioni necessarie e al tempo stesso di non drammatizzare la situazione, perché i momenti di difficoltà si superano con razionalità ed equilibrio. Questa brutta malattia deve essere l’occasione per sentirci solidali, non per escludere qualcuno: dobbiamo combattere l’epidemia con il virus dell’amore.

di Aldo Vitali

Il direttore de Il Mio Papa Aldo Vitali

TAG

, , , ,