Una pausa al Sinodo e il Papa si rilassa al buffet

14 Ottobre 2015 Mondo di Francesco, News

tweet

42 Papa al buffet

Come e avete potuto leggere nelle pagine precedenti, fino al prossimo 25 ottobre si svolge in Vaticano il XIV Sinodo dei Vescovi. Che avrà il non facile compito di prendere decisioni importantissime in tema di famiglia e non solo. Tanti, infatti, sono i temi che in questo periodo sono sotto osservazione.

Sono giornate di lavoro molto intense, alle quali papa Francesco è sempre presente, tranne ovviamente il mercoledì mattina quando alle ore 10 presiede in Vaticano l’udienza generale. E così, già nell’arco della mattinata, il tempo per una veloce pausa è sempre ben accetto.

Ecco per quale motivo, in uno dei locali attigui alla sala Nuova del Sinodo, viene organizzato ogni giorno un buffet dove i numerosi porporati e gli altri partecipanti all’assemblea, laici e non, possono prendersi un attimo di tranquillità: di solito questo avviene quasi sempre verso la metà della sessione del mattino.

Che, secondo il programma ufficiale, inizia alle 9 per finire alle 13. Tra tutti i partecipanti, molto spesso c’è anche papa Francesco che coglie l’occasione per un rapido spuntino o bere qualcosa di dissetante. Poi, come ogni giorno, rientra a Casa Santa Marta a pranzo per poi tornare al Sinodo che riprende alle 16.30 e termina intorno alle 19.

Non dobbiamo comunque dimenticare che il Pontefice fa già una ricca colazione prima di raggiungere il sinodo e noi, del primo pasto del Papa, ci eravamo già occupati sullo scorso n. 32. Su quel fascicolo abbiamo illustrato i cibi freschi che arrivano sulla sua tavola e avevamo anche svelato che Bergoglio, durante l’estate, ama a colazione la ricotta e il latte parzialmente scremato, ma avremo modo di raccontare anche come cambia il suo primo pasto quando la stagione diventa più rigida.

Torniamo comunque al buffet. A disposizione di tutti gli ospiti, dicevamo, c’è uno spazio dove potersi ristorare in completa tranquillità. Si può scegliere fra diversi prodotti: ciambelline ricoperte di zucchero, brioches, piccoli panini con formaggio e prosciutto. Per chi vuole stare più leggero sono a disposizione confezioni di yogurt o una ricca macedonia di frutta già preparata in pratici bicchierini.

E per concludere, non può mancare un caffè, un cappuccino o un tè per chi non ha avuto il tempo necessario di fare un’adeguata colazione di prima mattina. Come già detto, non è questo il caso di papa Francesco che, comunque, è presente nel locale di ristoro e coglie l’occasione per incontrare e salutare singolarmente i vescovi, magari per affrontare argomenti e temi che non riguardano i lavori del sinodo, o scambiare due chiacchiere con gli altri partecipanti accreditati all’incontro. 

La mattina in cui eravamo presenti anche noi di Il mio Papa, il 6 ottobre, Francesco ha consumato un pasto molto leggero per non affaticare troppo la digestione, e poi ha deciso di bere solo un succo di frutta. Al momento di riconsegnare il bicchiere quasi vuoto, il cameriere che si trovava a breve distanza da lui, si è subito sincerato che il Pontefice non volesse ancora qualcosa da bere o da mangiare. Francesco ha ringraziato, con un gesto della mano ha fatto chiaramente capire che non era più interessato a prendere altro.

Di lì a poco sarebbe rientrato nella “Aula Nuova del Sinodo” con tutti i vescovi per riprendere i lavori che potrebbero dare una svolta importante alle politiche future della Chiesa.

di Antonio de Felice

TAG

, , ,

VEDI ANCHE