Una mostra sul cinema che si è occupato dei Papi

28 Marzo 2017 News

tweet

15 mostra papiUn fotogramma di papa Francesco che si affaccia dalla loggia di San Pietro il giorno della sua elezione nella diretta del Centro Televisivo Vaticano. È la prima immagine che si incontra visitando la  mostra fotografica Papi in soggettiva – I pontefici, il cinema, l’immaginario aperta fino al 2 aprile all’Arengario a Monza (verrà poi portata anche in altre città). Fotografie, stralci di discorsi, prime pagine di giornali, lettere e locandine illustrano il rapporto tra il mondo della Chiesa e quello non solo cinematografico ma anche televisivo. 

La mostra è divisa in tre sezioni: la prima racconta l’evoluzione del rapporto tra i pontefici e il cinema, la seconda mostra come cinema e tv li hanno rappresentati nel Novecento e la terza è una “edicola” con alcune pagine di La rivista del Cinematografo, storico periodico del settore nato nel 1928, dedicate ai Papi negli anni. Tra le immagini che si possono ammirare c’è quella di Liv Ullmann interpreta “La papessa Giovanna” in un film di Michael Anderson del 1972. Racconta la leggenda di una donna inglese che avrebbe regnato in Vaticano col nome di Giovanni VIII. Uno scatto di spalle mostra l’attore francese Michel Piccoli che impersona il pontefice nel film “Habemus Papam” di Nanni Moretti del 2011.Un Papa preoccupato per il suo compito.

Suggestivo il fotogramma di James Cromwell che è il Pio XII nella miniserie tv  “Sotto il cielo di Roma” del 2010. Papa Pacelli, nel 1943, era il punto di riferimento per la popolazione oppressa. C’è la locandina di “Guerra alla guerra”, film del 1948 di Romolo Marcellini e Giorgio Simonelli. Pio XII concesse l’uso della sua immagine per  esortare alla pace nei giorni più bui del secolo.

Lungo la mostra è anche possibile ammirare Papa Leone XIII in una rarissima immagine tratta da “Antologia del cinema italiano”, un film-documentario muto del regista e sceneggiatore Antonio Petrucci del 1958. Le riprese vennero effettuate in Vaticano il 24 giugno 1898. L’immagine che abbiamo scelto per il sito è quella di Rodrigo de la Serna che impersona Bergoglio da giovane nel film “Chiamatemi Francesco” di Daniele Lucchetti del 2015.

L’ARENGARIO, UN ANTICO PALAZZO COMUNALE

L’Arengario si trova in piazza Roma, nel centro di Monza. È l’antico palazzo comunale del XIII secolo. Oggi è uno spazio espositivo. La mostra è aperta dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 fino al 2 aprile.

IN MOSTRA ANCHE I SANTI

A Palazzo Reale (Milano) c’è invece la mostra “I santi d’Italia”. È una raccolta di 44 opere realizzate fra il Medioevo e l’Ottocento che illustrano la “pittura devota”. È visitabile fino al 4 giugno: il lunedì dalle 14.30 alle 19.30, martedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 9.30 alle 19.30, giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30.

di Antonio de Felice

TAG

, , , ,

VEDI ANCHE