Un sorriso più forte del male

25 Giugno 2014 Foto e video story, In Edicola

tweet

mip-papa-17-cover-verticaleUna delle ragioni per cui questo Papa è ogni giorno di più il Papa di tutti è che riesce a dire con parole semplici quello che tutti noi vorremmo dire. L’ha dimostrato ancora una volta sabato scorso quando ha mantenuto la promessa fatta pochi mesi fa ed è andato a visitare la splendida Calabria.

Nella sua omelia è stato netto e inequivocabile nel dire che chi è affiliato alla mafia o alla ’ndrangheta (così si chiama la malavita organizzata in Calabria) non può essere in comunione con la Chiesa e dunque è scomunicato.

Parole semplici, appunto, ma che finora nessun pontefice aveva pronunciato in modo così chiaro. Le uniche parole possibili di fronte a esseri umani, se così si possono definire, capaci di uccidere un bambino di soli tre anni e poi bruciarne il corpo (raccontiamo la storia del piccolo Cocò a pag. 7).

Ma per fortuna la Calabria non è solo questo. Anzi. E ha tantissima voglia di dimostrarlo, come testimoniano le immagini con le quali documentiamo questo viaggio lampo di Francesco. Vie stracolme di persone festanti che accolgono il Papa trasmettendogli la loro voglia di vivere.

Un’allegria che Francesco ricambia regalando il suo sorriso a questa terra così aperta al suo messaggio di speranza.

Aldo Vitali 

Il direttore de Il Mio Papa Aldo Vitali

Il direttore de Il Mio Papa Aldo Vitali

TAG

, , , , ,