Tra i nuovi nunzi anche mons. Rudelli, il vescovo più giovane d’Italia

11 Settembre 2019 Parole e pensieri

tweet

Credit Osservatore Romano

La Santa Sede ha tre nuovi nunzi apostolici, ovvero tre nuovi ambasciatori che la rappresenteranno nei paesi del mondo: sono i monsignori Paolo Rudelli, Antoine Camilleri e Paolo Borgia.

In attesa di sapere quali saranno le destinazioni dei tre prelati, va detto che con la sua ordinazione (che avverrà a Roma, in San Pietro, il prossimo 4 ottobre) Paolo Rudelli con i suoi 49 anni diventerà il più giovane vescovo italiano. Originario di Gazzaniga (BG), è stato nominato arcivescovo titolare di Mesembria, che è una diocesi bulgara soppressa da tempo, ma ancora “viva” quando si ordina un vescovo (perché ogni vescovo deve fare riferimento a una diocesi); Rudelli è entrato nel servizio diplomatico della Santa Sede nel 2001 e ha lavorato in Ecuador e Polonia.

Mons. Camilleri, maltese, è stato finora sottosegretario per i rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato, ed è stato nominato arcivescovo di Skalholt (Islanda). Paolo Borgia, di Manfredonia (FG), finora è stato assessore per gli Affari Generali della Segreteria di Stato, ed è stato nominato arcivescovo titolare di Milazzo (ME) oltre che nunzio.

TAG

, , , , ,

VEDI ANCHE