“Selfie sì, ma con giudizio”, dice Papa Francesco

tweet
Credits: Getty Images

Credits: Getty Images

Selfie sì, ma con giudizio. Usate pure telefonini e tablet ma in maniera assennata. La “bacchettata” di papa Francesco è arrivata quasi alla fine del viaggio in Corea, durante l’incontro con i Vescovi dell’Asia che si è svolto domenica 17 agosto nel Santuario di Haemi.

Oggetto dell’attenzione del pontefice sono stati «gli aggeggi e le distrazioni» che ci distolgono da ciò che conta veramente. Il discorso del Pontefice è partito dalla necessità di «appropriarci della nostra identità di cristiani e di esprimerla», un’impresa non facile poiché, «dal momento che siamo peccatori, saremo sempre tentati dallo spirito del mondo, che si manifesta in modi diversi».

Francesco ne ha segnalati tre: «il primo di essi è l’abbaglio ingannevole del relativismo». Il secondo è «la superficialità: la tendenza a giocherellare con le cose di moda, gli aggeggi e le distrazioni». Il terzo, infine, è «l’apparente sicurezza di nascondersi dietro risposte facili, frasi fatte, leggi e regolamenti».

Come Francesco ha già detto più volte, infatti, «la fede per sua natura non è centrata su se stessa, la fede tende ad “andare fuori”. Cerca di farsi comprendere, fa nascere la testimonianza, genera la missione». Proprio come quella che ha portato lui in Corea.

di Tiziana Lupi

TAG

, , ,