Campagna, una comunità devota agli angeli

tweet
(credits: Getty Images)

(credits: Getty Images)

Quest’anno festeggia i suoi 25 anni di sacerdozio. Ma la scintilla della chiamata, don Marcello Stanzione (52 anni) l’ha avvertita quando era solo quattordicenne: «Durante la preparazione catechistica al sacramento della Cresima, sentii chiaramente che il Signore mi chiamava a diventare presbitero», ricorda.

E aggiunge: «Appena quindici giorni dopo la mia ordinazione sono stato nominato parroco di Santa Maria la Nova. Sono qui da allora». Negli ultimi anni don Marcello si occupa soprattutto di «accompagnamento spirituale attraverso il ministero delle preghiere di liberazione e di benedizione a tante persone che hanno problematiche con la magia, lo spiritismo e l’occultismo», racconta.

La sua devozione per gli angeli
Oltre alle ordinarie attività di apostolato della parrocchia, ha scritto oltre un centinaio di libri sugli angeli, due dei quali editi da Mondadori, per diffonderne la devozione. «Sono rimasto colpito dal realismo di papa Francesco quando ha benedetto la statua di san Michele arcangelo nei giardini vaticani. In quella occasione il Pontefice disse: “Nelle prove della vita siamo accompagnati e sostenuti dagli angeli di Dio, che offrono, per così dire, le loro ali per aiutarci a superare tanti pericoli, per poter volare alto rispetto a quelle realtà che possono appesantire la nostra vita o trascinarci in basso. Nel consacrare lo Stato Città del Vaticano a san Michele arcangelo, gli chiediamo che ci difenda dal Maligno».

La passione di don Marcello per gli angeli ha fatto sì che qui si costruisse «una biblioteca internazionale di angelologia e un museo di arte dedicato agli angeli. Inoltre da molti anni si tiene l’unico incontro nazionale di angelologia». L’11ª edizione del convegno, dedicato al tema “Il settenario arcangelico”, è in programma l’1 e 2 giugno; a organizzarlo, la Milizia di san Michele arcangelo, la cui statua svetta nella piazza antistante l’abbazia parrocchiale.

(credits: Getty Images)

(credits: Getty Images)

Curiosità: questa è Campagna
In provincia di Salerno, Campagna è situata nel cuore dei monti Picentini. Sembra che dal 1518 al 1520 vi abbia soggiornato il pittore Giulio Romano, allievo di Raffaello Sanzio e suo collaboratore alla realizzazione degli affreschi nelle stanze del Vaticano, e abbia ridisegnato la città e alcuni palazzi nobiliari al tempo di Melchiorre Guerriero segretario dei papi Leone X e Clemente VII.

Nell’ex convento dei frati domenicani Giordano Bruno, filosofo italiano, fece il noviziato e celebrò la prima messa nella chiesa di San Bartolomeo. La frazione Santa Maria la Nova prende il nome dall’omonima abbazia; sarebbe il luogo di origine di sant’Antonino abate. In città scorre il fiume Tenza che passa proprio davanti alla Basilica concattedrale di Santa Maria della Pace.

di Laura Badaracchi

TAG

, , , ,

VEDI ANCHE