Papa Francesco: “Paolo VI è beato”

21 Ottobre 2014 Foto e video story, Gallery

tweet
  • Credits: AGF
  • Credits: AGF
  • Credits: AGF
  • Credits: AGF
  • Credits: AGF
  • Credits: AGF
  • Credits: AGF
  • Credits: AGF
  • (credits: AGF)
  • (credits: AGF)

Pronunciando la formula canonica poco prima delle 11, Papa Francesco ha proclamato beato Paolo VI sul sagrato di piazza San Pietro. Sono passati pochi mesi dalla canonizzazione di Giovanni XXIII e di Giovanni Paolo II e ora la beatificazione Giovanni Battista Montini, il Papa che ha traghettato la Chiesa nella modernità da Roncalli a Wojtyła. E’ stato proprio Paolo VI a inaugurare un’epoca di viaggi apostolici e pellegrinaggi in tutto il mondo, Ma soprattutto è stato il Papa che ha concluso il Concilio Vaticano II, indetto dal suo predecessore, portandolo finalmente a compimento.

Durante l’omelia Papa Bergoglio è tornato sui temi discussi durante il Sinodo sulla famiglia: dal tema delle coppie gay a quello dei sacramenti ai divorziati, spiegando che non bisogna avere paura “delle novità e delle sorprese di Dio, e che bisogna riconoscere di fronte a qualunque tipo di potere che Dio solo è il signore dell’uomo, e non c’è alcun altro”. Inoltre, toccando sempre l’argomento ‘Sinodo’, Papa Francesco ha sottolineato come i lavori siano stati “una grande esperienza, nella quale abbiamo vissuto la sinodalità e la collegialità, e abbiamo sentito la forza dello Spirito Santo che guida e rinnova sempre la Chiesa. Abbiamo seminato e continueremo a seminare con pazienza e perseveranza, nella certezza che è il Signore a far crescere quanto abbiamo seminato”.

E poi ancora ricordando Papa Montini ha detto: “Paolo VI, mentre si profilava una società secolarizzata e ostile, ha saputo condurre con saggezza lungimirante, e talvolta in solitudine, il timone della barca di Pietro senza perdere mai la gioia e la fiducia nel Signore.  Paolo VI è stato uno strenuo sostenitore della missione ad gentes, Ne è testimonianza soprattutto l’esortazione apostolica Evangelii nuntiandi con la quale ha inteso risvegliare lo slancio e l’impegno per la missione della Chiesa”.

“È significativo considerare questo aspetto del pontificato di Paolo VI, proprio oggi che si celebra la Giornata missionaria mondiale” ha spiegato Bergoglio alle migliaia di fedeli accorsi da tutta Italia (ma soprattutto dal nord del nostro Paese e da Brescia in particolare, città natale di Paolo VI) per la beatificazione di Giovanni Battista Montini.

Ad assistere alla cerimonia anche il Papa emerito Benedetto XVI, che Bergoglio ha salutato con una calorosa stretta di entrambe le mani. E’ curioso infatti ricordare ricordare che è stato proprio Paolo VI, nel 1977, a nominare Joseph Ratzinger arcivescovo di Monaco e Frisinga e a nominarlo cardinale.

di Alessia Sironi

 

 

TAG

, , , , , ,

VEDI ANCHE