Il Papa ai bambini: “Per me siete un regalo”

tweet
La prima parte del giro di Piazza San Pietro è stata dedicata ai più piccoli (credits: Agf)

La prima parte del giro di Piazza San Pietro è stata dedicata ai più piccoli (credits: Agf)

Il clima è quello natalizio anche se il grande abete in piazza, donato al Papa quest’anno dalla Calabria, non è stato ancora completamente addobbato: un freddo da neve, 6 gradi appena e il sole che non scalda più. Ma l’udienza generale si fa lo stesso all’aperto perché i fedeli sono comunque troppi per l’Aula Paolo VI.

«Prendete i bambini per favore», chiede subito Francesco ai suoi uomini dopo aver fatto appena qualche metro con la papamobile: li bacia, li accarezza, chiude bene le giacchette, mette loro il cappuccio, sistema le sciarpine e, come al solito, raccomanda ai genitori di coprirli. Con qualcuno fa persino lo scherzo del “naso rubato”, poi prende i loro disegni come se fossero il regalo più bello mai ricevuto. Più avanti nel giro scambia lo zucchetto con un fedele; un sorso di mate da una donna argentina che si fa largo tra la folla; infine si ferma da un gruppo di ragazzi che lo chiama incessantemente: «Viviamo nella casa famiglia», dicono.

Le cantanti salutano Papa Francesco
Uno di loro aggiunge: «Papa! Ieri ho fatto il compleanno, 15 anni e volevo festeggiarlo con te». E Francesco risponde: «Tu sei un regalo per me, grazie». Ma le sorprese per Francesco non sono finite: al termine dell’udienza, come al solito si intrattiene con vescovi e cardinali presenti, poi tra la gente appena dietro la prima transenna l’incontro con suor Cristina Scuccia, la cantante-religiosa vincitrice della seconda edizione del talent show televisivo The Voice of Italy. Lei lo chiama più volte a gran voce fino ad attirare la sua attenzione e il Papa sembra riconoscerla.

Tra i due una stretta di mano, grandi sorrisi, qualche parola, poi la suora gli porge in dono, incartato con una coccarda rossa, il suo ultimo Cd dal titolo Sister Cristina chiedendo al Santo Padre di ascoltarlo quando avrà tempo. Con lei ci sono alcuni amici e la sua manager e vocal coach Debbie Summa. Infine è la volta di Chiara Galiazzo, un’altra cantante salita alla ribalta nel 2012, dopo aver vinto la sesta edizione di X Factor: più composto il saluto tra i due, lei gli stringe la mano sussurrando un «Grazie Santità».

di Cecilia Seppia

TAG

, , , ,

VEDI ANCHE