Il menu argentino di Papa Francesco

tweet

Sappiamo che Francesco ama la cucina semplice. Nel suo libro David Geisser ha proposto sia piatti classici argentini, sia passioni del Papa. Ai lettori di “Il mio Papa”, invece, ha dedicato una delizia della sua Svizzera: il rösti di patate.

(credits: Getty Images)

(credits: Getty Images)

 

Colita de cuadril: carne per Natale
Piatto di carne argentino, tipico della vigilia di Natale. Fare piccoli tagli su una punta di scamone (circa un chilo e mezzo per quattro) e metterci dentro rosmarino e spicchi d’aglio. In una padella con un filo d’olio, fare scottare su entrambi i lati, poi aggiungere porri, carote e cipolle a tocchetti, e salare; cuocere per un paio d’ore a fuoco basso. In alternativa, mettere la carne scottata e guarnita in forno a temperatura media per 25/30 minuti, dopo aver condito con un altro filo d’olio.

 

 

 

(credits: Getty Images)

(credits: Getty Images)

 

Mate: il Papa non vi rinuncia mai
La preparazione è simile a quella del . La yerba mate si compra in pacchetti. Preparare acqua tiepida e acqua calda (non bollente). Riempire il contenitore (detto anch’esso “mate”) di yerba mate per tre quarti. Tenere le foglie più abbondanti da una parte: l’acqua non dovrà mai coprire del tutto questa parte. Versare l’acqua dalla parte con meno foglie: prima quella tiepida e dopo, quando la tiepida sarà assorbita, la calda. Aspettare qualche minuto e bere con la cannuccia.

 

 

 

(credits: Getty Images)

(credits: Getty Images)

 

Dulce de leche: amato da Francesco
Si mangia da solo o con gelato o semifreddo. Mettere 2 litri di latte in un tegamino antiaderente, con 500 g di zucchero, un baccello di vaniglia, un cucchiaino di bicarbonato di sodio e 3 biglie di vetro (evitano i grumi); portare a ebollizione a fuoco basso mescolando sempre. Continuate a mescolare: il composto prenderà la consistenza giusta tra una e due ore di cottura. Quando ha un color caramello e sembra solido, togliere vaniglia e biglie, mettere in una terrina e lasciare raffreddare.

 

 

 

(credits: Getty Images)

(credits: Getty Images)

 

Rosti: la ricetta di Geisser per voi
Classico piatto svizzero, accompagna tanto un uovo al tegamino quanto una salsiccia di vitello alla griglia. Il giorno prima, lessare (al dente) 1 kg di patate con la buccia e lasciarle riposare in frigo. La preparazione: sbucciare e grattugiare le patate (grattugia a fori larghi); condirle con sale, pepe e noce moscata. Sistemare il tutto in una padella antiaderente su cui è stato sciolto un tocco di burro. Cuocere per 5 minuti a fuoco medio entrambi i lati del “tortino”.

TAG

, , , , ,

VEDI ANCHE