Le intenzioni di luglio del Papa ai popoli indigeni

14 Luglio 2016 News

tweet
Credit Osservatore Romano

Credit Osservatore Romano

Emarginati, isolati, sfruttati e troppo spesso dimenticati: i popoli indigeni, come Francesco ha detto più volte, sono tra «gli ultimi degli ultimi». Eppure custodiscono le chiavi della nostra memoria e della nostra storia, con le loro tradizioni.

Tant’è vero che lo stesso Santo Padre nella sua enciclica dedicata all’ambiente Laudato si’  ha scritto: “L’ecologia richiede anche la cura delle ricchezze culturali dell’umanità nel loro significato più ampio. In modo più diretto, chiede di prestare attenzione alle culture locali nel momento in cui si analizzano questioni legate all’ambiente”. Ossia non avere paura ad affidarci alle conoscenze dei popoli più antichi.

Così, proprio alle popolazioni indigene di tutto il mondo, Francesco ha voluto dedicare il consueto video con le sue intenzioni di preghiera per il mese di luglio. «Voglio chiedere, a nome dei popoli indigeni, che sia rispettato il nostro stile di vita, i nostri diritti e le nostre tradizioni. Mi ascolteranno?», gli chiede nel video una giovane ragazza india.

E così arriva la risposta del Pontefice, che racchiude il senso della sua missione: «Voglio farmi eco e portavoce dei desideri più profondi dei popoli indigeni E voglio che tu unisca la tua voce alla mia».

Le sue parole colpiscono il cuore, mentre nel video scorrono le immagini dei volti di donne e uomini di diverse etnie e culture di ogni angolo del Pianeta. Papa Francesco chiede quindi ai fedeli, in questo mese di luglio, di pregare «con tutto il cuore perché siano rispettati i popoli indigeni, minacciati nella loro identità e perfino nella loro stessa esistenza».

D’altronde, Bergoglio non perde occasione per abbracciare gli indigeni. La prima volta lo fece nel viaggio in Brasile, quando accolse sul palco con sé un gruppo di indios dell’Amazzonia. Dopo quell’occasione, quasi in ogni viaggio, Bergoglio ha voluto ritagliarsi dei momenti per incontrare le popolazioni locali. E anche poche settimane fa, all’udienza generale in San Pietro, si è intrattenuto con un capo indoamericano per scambiare qualche battuta.

di Matteo Valsecchi 

TAG

, ,

VEDI ANCHE