La visita di Francesco a Benedetto XVI

29 dicembre 2018 News

tweet
Credit Osservatore Romano

Credit Osservatore Romano

Sicuramente anche a voi farà lo stesso effetto: nonostante siano già passati quasi sei anni dal momento delle “dimissioni” di Benedetto XVI, vedere insieme i due Papi continua a emozionare. Quei due uomini vestiti di bianco, uno accanto all’altro, il passato recente e il presente della Chiesa, uniti dalla ferrea volontà di dare un porto sicuro a una barca, la Chiesa, troppo spesso in balia del mare in tempesta.

È accaduto per esempio venerdì 21 dicembre, quando Francesco, come ha sempre fatto fin dall’inizio del suo pontificato, ha voluto portare personalmente i suoi auguri di Natale a Benedetto XVI. L’incontro è avvenuto intorno alle 18.15 al Mater Ecclesiae, il monastero nel cuore dei Giardini Vaticani nel quale il Papa emerito ha scelto di vivere dopo la rinuncia al ministero petrino, assistito dal segretario personale, monsignor Georg Gänswein, e dalle memores domini, quattro sorelle laiche di Comunione e Liberazione che si occupavano di papa Ratzinger nel Palazzo Apostolico e che lo hanno seguito dopo le dimissioni. 

Benedetto XVI ha ricevuto il suo successore Francesco in un salotto che era già stato teatro di altri loro incontri. Davanti ai due, sul tavolino in legno, erano accese le candele dell’Avvento: tutte tranne l’ultima che è stata poi accesa la domenica successiva all’incontro.Di che cosa hanno parlato? Com’è sempre accaduto in queste occasioni, nulla è trapelato. Sappiamo, però, che i due hanno parlato a lungo. 

Nelle fotografie dell’incontro, poi, vediamo che Francesco ha portato con sé un sacchetto color marrone e oro (con il disegno di un albero di Natale): dentro c’erano alcuni regali che ha voluto portare a Benedetto XVI e sui quali è stato mantenuto uno stretto riserbo. Benedetto appare come lo vediamo da qualche tempo: ha i segni dell’età, certo (il 16 aprile ha compiuto 91 anni, ndr), ma ha anche lo sguardo vivo e la dolcezza dell’uomo che trascorre le sue giornate in preghiera. 

Negli ultimi mesi Francesco si era recato al monastero Mater Ecclesiae già due volte. In ottobre aveva fatto visita a papa Ratzinger alla vigilia delle canonizzazioni di Paolo VI, dell’arcivescovo Oscar Romero e di altri cinque beati; in giugno, Francesco aveva voluto fare una sorpresa al predecessore in occasione della conclusione del Concistoro e si era recato da lui con 14 neo-cardinali per trascorrere tutti insieme un momento di preghiera. Del resto Francesco non ha mai nascosto l’affetto che lo lega a Benedetto XVI, un sentimento testimoniato anche da queste visite e sicuramente ricambiato dal Papa emerito.

di Tiziana Lupi

TAG

, , ,

VEDI ANCHE