La storia della Chiesa arriva in TV

tweet
27 aprile 2014 - Sul sagrato di San Pietro Il Papa celebra la messa di  canonizzazione di San Giovanni XXIII e San Giovanni Paolo II (credits: Getty Images)

27 aprile 2014 – Sul sagrato di San Pietro il Papa celebra la messa di canonizzazione di San Giovanni XXIII e San Giovanni Paolo II (credits: Getty Images)

A sei mesi dalla canonizzazione di Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII (avvenuta lo scorso 27 aprile) e in vista della beatificazione di Paolo VI (prevista per domenica 19 ottobre), la televisione si prepara a raccontare entrambi gli eventi. Sono due, infatti, i documentari che andranno in onda la prossima settimana: martedì 14 Rai Storia (canale 54 del Digitale terrestre, 23 sulla piattaforma Tivù Sat e 805 di Sky) propone Paolo VI, Il Papa audace di Antonia Pillosio; Sky 3D e Sky Arte HD, invece, venerdì 17 mandano in onda 27 Aprile 2014 – Racconto di un evento (per vederlo è necessario essere abbonati a Sky).

Sulla RAI i tormenti del “papa educatore”
Il primo, che fa parte della serie “Italiani”, ripercorre i momenti cruciali della vita di Giovanni Battista Montini il cui pontificato, spiega il cardinale Gianfranco Ravasi nel documentario, «ha attraversato uno dei periodi più complessi, delicati e tormentati per la Chiesa», quello cioè che è seguito al Concilio Vaticano II. Tra le testimonianze proposte, oltre a quella di Ravasi, ci sono anche quelle dei cardinali Paul Poupard e Roberto Tucci, del direttore de L’Osservatore Romano Giovanni Maria Vian e del vaticanista Andrea Tornielli. E’ proprio quest’ultimo a sottolineare «uno degli aspetti meno conosciuti, ma più importanti, del contributo che Montini ha dato alla storia dell’Italia» e, cioè, il suo essere stato un grande educatore per i giovani.

«La classe dirigente cattolica che ha fatto l’Italia del dopoguerra era per la maggior parte rappresentata dai giovani cresciuti nella Fuci (Federazione Universitaria Cattolica Italiana, ndr) di Montini », ricorda il giornalista, mentre il direttore Vian definisce i quindici anni di pontificato di Montini «un gesto di amicizia nei confronti del mondo contemporaneo».

Immagini esclusive da Sky e Vaticano
Sono numerose le testimonianze anche in 27 Aprile 2014 – Racconto di un evento (che sarà presentato in anteprima nella giornata di apertura del Festival Internazionale del Cinema di Roma, giovedì 16 ottobre) con il quale Sky e il Centro Televisivo Vaticano ripercorrono non soltanto la giornata della doppia canonizzazione, ma anche le storie dei due Papi santi, l’elezione di Jorge Mario Bergoglio (con immagini mai viste prima dei momenti immediatamente precedenti alla presentazione del nuovo Pontefice al mondo), la macchina organizzativa che si è mossa per farsi trovare pronta all’appuntamento del 27 aprile, e si chiude con un omaggio di Goethe alla città di Roma nella quale «si riallaccia l’intera storia del mondo».

A ricordare con Sky il giorno dei due Papi santi c’è monsignor Dario Edoardo Viganò, direttore del Centro Televisivo Vaticano, che sottolinea l’importanza della «santità dell’anima, quella riconosciuta immediatamente dal popolo, che spesso già in vita si può cogliere per la portata eccezionale dei comportamenti di alcuni personaggi. Pensiamo a Madre Teresa di Calcutta oppure pensiamo al grido della folla “santo subito!” il giorno dei funerali di Giovanni Paolo II».

Con lui, tra gli altri, ci sono Pupi Avati, Dario Fo (che si dice «innamorato» di papa Francesco) e i calciatori Javier Zanetti, Damiano Tommasi e Paolo Rossi, ciascuno con il proprio personale ricordo dei due nuovi santi e di quel 27 aprile passato
alla storia.

TAG

, , , , , ,