In un libro le riflessioni del Papa sul Vangelo

27 Novembre 2019 News

tweet

Francesco ha ripetuto il concetto più volte: «Leggete il Vangelo! Leggete il Vangelo! Tutto acquista senso quando lì – nel Vangelo trovi questo tesoro, che Gesù chiama “il Regno di Dio”, cioè Dio che regna nella tua vita, nella nostra vita: Dio che è amore, pace gioia in ogni uomo e in tutti gli uomini».

E dai commenti e dalle riflessioni nelle omelie, nelle udienze generali e agli Angelus è nato il libro Il Vangelo della domenica. Commentato dal Santo Padre. Un aiuto per  trovare lo spunto per vivere al meglio la bellezza dell’incontro con Gesù in ogni messa, nell’Eucaristia e nella liturgia della Parola. Un libro, o meglio, un valido strumento che uno straordinario pastore di anime come Francesco vuole offrire ai suoi amati fedeli. È già in vendita il libro Il Vangelo della domenica. Commentato dal Santo Padre (18 euro, 280 pagine, Rizzoli Editore e LEV). Anche sul sito www.mondadoristore.it.

ECCO ALCUNE RIFLESSIONI DEL SANTO PADRE SULLE LETTURE FESTIVE

“Siamo anche furbi e per non dire un no vero e proprio a Dio diciamo: “Scusami, non posso”, “non oggi, penso domani”; “Domani sarò migliore, domani pregherò, farò del bene, domani”. E questa furbizia ci allontana dal sì, ci allontana da Dio e ci porta al no, al no del peccato, al no della mediocrità. Il famoso “sì, ma…” (Angelus, 8 dicembre 2016)

“Pensiamo anche agli altri «esiliati»: io li chiamerei “esiliati nascosti”, quegli esiliati che possono esserci all’interno delle famiglie stesse: gli anziani, per esempio, che a volte vengono trattati come presenze ingombranti. Molte volte penso che un segno per sapere come va una famiglia è vedere come si trattano in essa i bambini e gli anziani” (Udienza generale, 14 febbraio 2018)

“Gesù si presenta sulla riva del fiume, in mezzo alla gente, ai peccatori – come tutti noi –. È il suo primo atto pubblico, la prima cosa che fa quando lascia la casa di Nazaret, a trent’anni: scende in Giudea, va al Giordano e si fa battezzare da Giovanni”. (Angelus, 8 dicembre 2016)

“Anche nella nostra vita ci sono diverse stelle, luci che brillano e orientano. Sta a noi scegliere quali seguire. Per esempio, ci sono luci intermittenti, che vanno e vengono, come le piccole soddisfazioni della vita: anche se buone, non bastano, perché durano poco e non lasciano la pace che cerchiamo. Ci sono poi le luci abbaglianti della ribalta, dei soldi e del successo, che promettono tutto e subito”. (Angelus, 6 gennaio 2017)

“Quando il vitellino ha fame va dalla mucca, dalla madre, a prendere il latte. La mucca, però, non lo dà subito: sembra che se lo trattenga per sé. E cosa fa il vitellino? Bussa col suo naso alla mammella della mucca, perché venga il latte. È bella l’immagine!”. (Regina Coeli, 11 maggio 2014)

“Ci sono parecchi modi di camminare. Un cristiano che non cammina, che non fa strada, è un cristiano “non cristiano”, è un cristiano un po’ paganizzato, sta lì, sta fermo immobile. È come fosse una mummia, lì, una mummia spirituale”. (Omelia Casa Santa Marta, 3 maggio 2016)

di Andrea Fedeli

TAG

, , ,

VEDI ANCHE