Il Papa e i nonni, grande festa in San Pietro

tweet
L’incontro con alcuni anziani della Comunità di Sant'Egidio a S.Maria in Trastevere (credits: Getty Images)

L’incontro con alcuni anziani della Comunità di Sant’Egidio a S.Maria in Trastevere (credits: Getty Images)

Ogni famiglia è come un albero, alle cui radici troviamo proprio loro: i nostri nonni. Nel 2005 lo Stato italiano ha ufficialmente introdotto la “Festa dei Nonni” che si celebra il 2 ottobre. Quest’anno cade in mezzo alla settimana, sarà un giovedì, ma non volendo trascurare l’anima e la memoria che gli anziani rappresentano per noi, il Pontificio Consiglio per la Famiglia ha deciso di anticipare i festeggiamenti con un evento assolutamente speciale.

Si chiama “La benedizione della lunga vita” ed è fissato per domenica 28 settembre. A promuovere l’iniziativa è monsignor Vincenzo Paglia, presidente del Consiglio per la Famiglia, che ha spiegato: «L’anzianità non è un naufragio, ma una vocazione. Grazie a Dio si sono allungati gli anni di vita, ma, d’altro canto, su questo tema non è stata sviluppata una riflessione adeguata. A mio avviso dovremmo richiamare l’attenzione di tutti sull’importanza di questo tempo dell’esistenza umana. Sottolineando che gli anziani non sono solo oggetto di attenzione o di cura, ma che essi stessi sono anche soggetto di una nuova prospettiva di vita».

In preghiera col papa e un ospite speciale
La giornata si svolgerà in piazza San Pietro a partire dalle 8.30, quando per un’ora verranno rievocati cinque episodi tratti  dalla Bibbia accomunati dal filo rosso del tempo che scorre. In particolare, i passaggi biblici si concentreranno sulle figure di Sara (per trattare il tema della presunta inutilità dell’anziano), di Noemi e Ruth (ovvero quando una nuora non abbandona la suocera), di Eleazaro (sul tema della responsabilità verso le nuove generazioni) per finire con due episodi del Nuovo Testamento, dove Zaccaria ed Elisabetta e Simeone e Anna presentano agli anziani l’insegnamento di diventare vecchi insieme per fare la volontà di Dio.

Quindi ecco l’atteso incontro tra papa Francesco e i nonni, accompagnati dai nipotini e dalle famiglie: questo culminerà alle 10.30 con la Santa Messa presieduta dal Pontefice e concelebrata da cento preti anziani di diverse nazionalità. A mezzogiorno, infine, è prevista la recita dell’Angelus al termine della quale agli anziani sarà regalata una copia del Vangelo di San Marco in caratteri grandi per rendere così più facile la lettura.

A rendere maggiormente gradevole l’atmosfera ci penserà il cantante Andrea Bocelli che all’arrivo del Papa darà vita a un momento musicale. Chiunque è libero di partecipare iscrivendosi sul sito Internet www.family.va dove occorre compilare un modulo. All’indirizzo
email events@family.va è possibile, invece, inviare messaggi d’augurio, alcuni dei quali saranno letti nel corso dell’incontro (per ulteriori informazioni telefonare allo 06.6987.9841).

Arriveranno nonni da tutto il mondo
I numeri raccolti fino a ora, ci fanno già pensare a una grande e coloratissima festa. Secondo gli organizzatori arriveranno più di 40mila nonni e saranno venti i Paesi rappresentati. Senza dimenticare i milioni di telespettatori che seguiranno l’evento in mondovisione o sul sito del Centro televisivo vaticano.

di Matteo Valsecchi

TAG

, , , , ,