Il mondo unito da un pallone

tweet

miopapa14-cover-vertNon so se vi capita mai di  andare allo stadio (a me sì,  quasi tutte le domeniche).  Quello che si vede sulle  tribune non è sempre  confortante. Sì, ci sono  le famiglie che tifano (magari i  bambini hanno al collo sciarpe  di squadre diverse), la passione  degli spettatori che si esprime  in urla di gioia o in sospironi  di delusione, i cori ironici che  stemperano la tensione.

Ma  poi ci sono i tifosi esagitati, i  lanci di fumogeni (che non si  capisce come possano essere  sfuggiti ai controlli), l’odio  (sì, è la parola giusta) per gli  avversari. Molti dicono: vabbè,  questo è il calcio.

Invece no:  papa Francesco, che di calcio se  ne intende e ha una squadra del cuore, il San Lorenzo, che lo fa  gioire e “soffrire” (ultimamente  è andato così così), pensa che  il calcio sia soprattutto gioia  e senso della solidarietà (è un  gioco di squadra).

Speriamo che  questo sia anche il senso dei  Mondiali di calcio, un’occasione  unica di fratellanza tra i popoli,  a cui abbiamo dedicato la  copertina. Poi, è ovvio, noi  tiferemo per l’Italia e Francesco  per l’Argentina.

Ma possiamo…  perdonarlo!

Aldo Vitali

Il direttore de Il Mio Papa Aldo Vitali

Il direttore de Il Mio Papa Aldo Vitali

TAG

, ,