Il messaggio di Francesco per la Quaresima: “E’ tempo di convertirci”

6 marzo 2019 News

tweet
Credit Osservatore Romano

Credit Osservatore Romano

Si apre il periodo penitenziale della Quaresima ed ecco che puntualmente il Papa trasmette a noi fedeli il suo messaggio. Francesco prende spunto dalla Lettera di san Paolo ai Romani. Questo il versetto che Francesco cita come tema del suo scritto: “L’ardente aspettativa della creazione è protesa verso la rivelazione dei figli di Dio” (Rm 8, 19). Come ogni anno, dice il Papa, la Chiesa dona ai cristiani l’occasione per “prepararsi con gioia, purificati nello spirito, alla celebrazione della Pasqua, perché […] attingano ai misteri della redenzione la pienezza della vita nuova in Cristo”.

Scrive Francesco: “La celebrazione del Triduo Pasquale ci chiama a vivere un itinerario di preparazione”. Tutti siamo chiamati a raggiungere la nostra “compiuta maturazione nella redenzione”. Ma purtroppo, come sappiamo, su questo cammino c’è un ostacolo. Brutto ma non insormontabile: il peccato. Non vivendo da figli di Dio, dice Francesco  “mettiamo in atto comportamenti distruttivi verso il prossimo e le altre creature: la causa di ogni male è il peccato, che ha interrotto la nostra comunione con Dio”. Abbandonando la legge di Dio, spiega il Papa, torna la legge del più forte che prevarica il più debole: ed ecco quindi avidità, brama, cupidigia, egoismo. Ecco perché, scrive Francesco, “il creato ha la necessità che si rivelino i figli di Dio”. Sappiamo che “tutta la creazione è chiamata a uscire dalla schiavitù della corruzione”. E quindi i cristiani devono “incarnare più intensamente il mistero pasquale nella loro vita personale, familiare e sociale”. Come? “In particolare attraverso il digiuno, la preghiera e l’elemosina” spiega il Papa. “Chiediamo a Dio di aiutarci in una vera conversione. Facciamoci prossimo dei fratelli in difficoltà” conclude il Papa.

di Marcello Borghi

TAG

, , ,

VEDI ANCHE