Gli occhiali per fare del bene

30 Agosto 2017 In Edicola

tweet

36 CoverCari lettori, penso che tra noi (voi e io intendo) siamo in tantissimi a non poter fare a meno degli occhiali. Io senza occhiali proprio non riesco a leggere e infatti ne ho sparsi un po’ dappertutto (di quelli cosiddetti “da farmacia”). Francesco ha un rapporto molto stretto coi suoi occhiali, li porta sempre con sé e ogni volta, dopo averli usati, li ripone con attenzione nella custodia. Tempo fa vi abbiamo raccontato della volta in cui andò in un negozio di Roma per farsi aggiustare una stanghetta e di fronte all’invito dell’ottico di fargliene un paio nuovo non volle saperne: gli sembrava uno spreco cambiare gli occhiali solo per una stanghetta rotta. Ma quell’ottico, che si chiama Alessandro Spiezia, oltre a rimettere in sesto i vecchi, gliene donò un paio nuovo, molto più leggero del precedente. Bene, quella frequentazione è diventata un’amicizia e in questo numero Tiziana Lupi vi racconta cos’è successo l’ultima volta che si sono incontrati. E di come Spiezia abbia “approfittato” dei suoi incontri con papa Francesco, trasformando l’anniversario del suo storico negozio in un’occasione per fare del bene.

di Aldo Vitali

Il direttore de Il Mio Papa Aldo Vitali

Il direttore de Il Mio Papa Aldo Vitali

 

TAG

, ,

VEDI ANCHE