Francesco prega la Madonna in piazza di Spagna

tweet
  • Agf
  • Agf
  • Agf
  • Agf
  • Agf
  • Agf
  • Agf
  • Agf
  • Agf

“Sapere che su di te il Male non ha potere ci riempie di speranza e di fortezza nella lotta quotidiana che noi dobbiamo compiere contro le minacce del Maligno”. Con queste parole Papa Francesco ha invocato oggi pomeriggio la materna protezione della Madonna, “per noi, per le nostre famiglie, per questa Città e per il mondo intero”.

Il Santo Padre ha recitato la preghiera alla Vergine ai piedi della colonna che, in piazza Mignanelli (vicino a piazza di Spagna) sostiene la statua della Madonna, costruita per ricordare  la proclamazione del dogma della Immacolata concezione e cioè la nascita di Maria senza il peccato originale. Un enorme mazzo di rose bianche è stato posto a nome del Papa ai piedi della statua della Vergine “a nome della Chiesa che è in Roma e nel mondo intero”.

Dopo la preghiera e l’omaggio a Maria,  il Papa ha salutato il gruppo di autorità e in modo particolare il sindaco Ignazio Marino con un caloroso abbraccio.

Curiosità. una statua in bronzo a 12 metri di altezza
La Colonna dell’Immacolata Concezione si trova a piazza Mignanelli, accanto a Piazza di Spagna, nel cuore di Roma. Fu realizzata dall’architetto Luigi Poletti e inaugurata nel 1857, grazie al lavoro di 220 vigili del fuoco. L’opera è dedicata al dogma (una verità di fede che non può essere messa in discussione) dell’Immacolata Concezione, proclamato l’8 dicembre 1854 da papa Pio IX, secondo cui la Madonna è considerata l’unico essere umano nato privo del peccato originale.

Il monumento è composto da una colonna in marmo alta circa 12 metri, che sostiene la statua della Vergine interamente in bronzo creata da Giuseppe Obici. Alla base ci sono quattro bassorilievi con scene che raccontano la vita di Maria e quattro sculture, sempre in bronzo, che raffigurano Mosè, il re Davide, i profeti Ezechiele e Isaia: sotto ogni statua è riportato un versetto della Bibbia riferito appunto al dogma dell’Immacolata.

StatuaImmacolataRomaLa preghiera di Francesco
O Maria, Madre nostra, 

oggi il popolo di Dio in festa ti venera Immacolata,
preservata da sempre dal contagio del peccato.
Accogli l’omaggio che ti offro
a nome della Chiesa che è in Roma
e nel mondo intero.
Sapere che Tu, che sei nostra Madre,
sei totalmente libera dal peccato
ci dà grande conforto.
Sapere che su di te il male non ha potere,
ci riempie di speranza e di fortezza
nella lotta quotidiana che noi dobbiamo compiere contro le
minacce del maligno.
Ma in questa lotta non siamo soli, non siamo orfani,
perché Gesù, prima di morire sulla croce,
ci ha dato Te come Madre.
Noi dunque, pur essendo peccatori,
siamo tuoi figli, figli dell’Immacolata,
chiamati a quella santità che in Te risplende
per grazia di Dio fin dall’inizio.
Animati da questa speranza,
noi oggi invochiamo la tua materna protezione
per noi, per le nostre famiglie,
per questa Città, per il mondo intero.
La potenza dell’amore di Dio,
che ti ha preservata dal peccato originale,
per tua intercessione liberi l’umanità
da ogni schiavitù spirituale e materiale,
e faccia vincere, nei cuori e negli avvenimenti,
il disegno di salvezza di Dio.
Fa’ che anche in noi, tuoi figli, la grazia prevalga
sull’orgoglio e possiamo diventare misericordiosi
come è misericordioso il nostro Padre celeste.
In questo tempo che ci conduce
alla festa del Natale di Gesù,
insegnaci ad andare controcorrente:
a spogliarci, ad abbassarci, a donarci, ad ascoltare,
a fare silenzio,
a decentrarci da noi stessi,
per lasciare spazio alla bellezza di Dio, fonte della vera gioia.
O Madre nostra Immacolata, prega per noi!

di Alessia Sironi

TAG

, , , , , , ,