Francesco legge “Il mio Papa” in una pausa del Sinodo

22 Ottobre 2015 Mondo di Francesco, News

tweet
44 papa legge sinodo OR

Osservatore Romano

Fervono i lavori nell’Aula Nuova del Sinodo. Vescovi e cardinali si confrontano, Francesco ascolta con la sua consueta attenzione. In questi giorni i temi da affrontare sono tanti, la concentrazione viene messa a dura prova.

E le pause diventano quindi un importante momento per distrarsi e rilassarsi: anche perché le due sessioni, quella mattutina e quella pomeridiana, durano oltre tre ore.

Nei momenti di intervallo si esce dall’aula, qualcuno, come fa anche il Papa (ve lo abbiamo raccontato nell’articolo di copertina della settimana passata), va a prendere un caffè o un succo di frutta.

Proprio durante una di queste pause, la scorsa settimana papa Francesco si è fermato anche per leggere Il mio Papa che, come sappiamo, lui ama molto ed è sempre disponibile a Casa Santa Marta. 

Il Santo Padre si trovava dietro al tavolo da cui segue il dibattito: sul banco la sua cartelletta, matite ed evidenziatori per prendere gli appunti, due bottiglie d’acqua.

Alzatosi, subito dopo la fine della sessione, il Pontefice è stato avvicinato dal cardinale Angelo Sodano che aveva in mano il numero 42 del giornale. Dopo averlo brevemente sfogliato, Sodano ha posto all’attenzione di Francesco un servizio in particolare: La storia dei Bergoglio in un museo, a firma della nostra giornalista Laura Badaracchi.

Nell’articolo si raccontava l’allestimento a Portacomaro, in provincia di Asti, di un Centro studi sugli emigranti locali  all’interno del quale sono esposti anche cinque pannelli illustrativi sulla famiglia Bergoglio e dove è anche mostrata la pagella di papà Mario.

Quattro pagine per ripercorrere quel pezzo della storia italiana e piemontese dei Bergoglio, a cui il Papa è estremamente legato, come dimostrò anche nel suo viaggio a Torino il 21 e il 22 giugno. L’iniziativa è stata promossa da alcune associazioni e storici locali, tra cui il comitato “Papa Francesco ad Asti” presieduto da Guido Sodano, nipote del cardinale Angelo, anche lui originario dell’astigiano. 

Una piacevole lettura, dunque, per Francesco: l’ideale per riposarsi prima di riprendere nel pomeriggio con una nuova e intensa maratona di studio sul futuro delle famiglie.

di Matteo Valsecchi

 

TAG

, ,

VEDI ANCHE