Francesco ha incontrato i Fratelli delle Scuole Cristiane

22 Maggio 2019 News

tweet

Credit Osservatore Romano

Papa Francesco ha raccontato di aver frequentato asilo ed elementari in una scuola di suore e più volte ha sottolineato quanto ciò sia stato importante nella sua formazione. Non si può dimenticare l’episodio dell’incontro con una suora sua ex insegnante che, anni dopo, quando lui era ricoverato per l’infezione al polmone, lo ha aiutato a capire il senso di quel dolore.

Non sorprende, dunque, il grande affetto che Francesco riserva al mondo delle scuole religiose. Giovedì, per esempio, ha ricevuto trecento Fratelli delle Scuole Cristiane, rappresentanti (tra religiosi, educatori laici e alunni) della famiglia spirituale fondata da san Giovanni Battista de La Salle, patrono degli insegnanti, di cui quest’anno ricorre il terzo centenario della morte.

Il discorso che ha fatto, centrato naturalmente sul fondatore delle Scuole Cristiane, è stato l’occasione per dire qualcosa su ciò che dovrebbero essere la scuola e l’insegnamento. Non dimentichiamo che Bergoglio è stato lui stesso un insegnante…

Del Santo, il Papa ha detto: «La sua visione della scuola lo portò alla persuasione che l’istruzione è un diritto di tutti, anche dei poveri. E intuì che l’insegnamento non può essere solo un mestiere, ma è una missione».

Vedeva, insomma, una scuola aperta a tutti, con insegnanti preparati e metodi di insegnamento innovativi per il tempo: «Sognava una scuola aperta a tutti e per questo non esitò ad affrontare anche le necessità educative estreme, introducendo un metodo di riabilitazione attraverso la scuola e il lavoro… Diede inizio a una pedagogia correttiva che, in contrasto coi tempi, portava tra i giovani in punizione studio e lavoro, con attività di artigianato, anziché la sola cella o le frustate».

È facile riconoscere in queste parole la scuola secondo Bergoglio: «Un luogo di incontro che ci educa al vero, al bene e al bello. Dove non impariamo solo conoscenze e contenuti, ma anche abitudini e valori».

LA TRADIZIONE EDUCATIVA CATTOLICA

SALESIANI L’insegnamento è un’attività cardine della Società Salesiana fondata da san Giovanni Bosco. Gli educatori devono agire con amore, cordialità e affetto, e devono far comprendere ai giovani di essere amati.

GESUITI Le scuole dell’Ordine fondato da sant’Ignazio sono nate a metà del Cinquecento, in piena Riforma protestante: gratuite e aperte a studenti di tutti i ceti che studiavano il latino, i classici e le scienze.

ORSOLINE Nelle scuole delle orsoline (dalla Compagnia delle Dimesse di sant’Orsola, fondata da sant’Angela Merici) gli scolari diventano artefici della propria formazione e responsabili dell’educazione di tutti.

LASALLIANI I Fratelli delle Scuole Cristiane, fondati a nel ‘600 da san Giovanni Battista de La Salle (perciò detti “lasalliani”), si dedicano all’istruzione ed educazione cristiana di bambini e giovani con scuole di ogni grado.

di Tiziana Lupi

TAG

, ,

VEDI ANCHE