Francesco: “Cattolici, fate figli ma non come conigli”

tweet
Getty

Getty

Papa Francesco, sul volo di ritorno da Manila a Roma ha chiacchierato come di consueto con i giornalisti presenti sull’aereo. È stata l’occasione per fare il punto su alcuni temi a lui molto cari e per aprire il suo cuore alle emozioni provate durante il viaggio tra Sri Lanka e Filippine: è rimasto molto toccato dal “il gesto dei papà quando alzavano i bambini perché il Papa li benedicesse. Un gesto che in altre parti non si vede. È come se dicessero questo è il mio tesoro, questo è il mio futuro, per questo vale la pena lavorare e soffrire. Un gesto originale, nato dal cuore”, ha detto Francesco ricordando anche “le mamme che portavano i tanti bambini disabili, con disabilità che possono fare un po’ di impressione. Non nascondevano il loro bambino, lo portavano perché il Papa lo benedicesse: questo è il mio bambino, è così ma è il mio. Tutte le mamme fanno questo, ma è il modo di farlo che mi ha colpito”. Si è commosso Papa Francesco esprimendo queste sensazioni.

Rispondendo ad alcune domande da parte dei giornalisti in volo, ce ne è stata una in modo particolare che lo ha spinto a parlare di paternità e del controllo delle nascite mettendo in guardia dai tassi di natalità bassissimi. “Questo non significa che il cristiano deve fare figli in serie” ha detto Francesco raccontando le vicende di una donna che era all’ottava gravidanza e aveva avuto sette parti cesarei “Scusatemi, c’è chi crede che per essere buoni cattolici dobbiamo essere come conigli. No!”.

Ha poi rimproverato  la cultura dello scarto, sottolineando che “a Buenos Aires c’era tutta la zona nuova che si chiama Portomadero e subito dopo cominciano le villas miserias. Nella prima parte ci sono 36 ristoranti di lusso, di qua c’è la fame. Una attaccata all’altra. Noi avremmo la tendenza ad abituarci a questo….. Qui siamo noi e lì stanno gli scartati. Questa è la povertà e la Chiesa deve dare esempio ogni volta di più nel rifiutare ogni mondanità”.

Papa Francesco ha infine annunciato alla stampa che verso la fine dell’anno si recherà nella Repubblica Centroafricana e in Uganda e successivamente in America Latina.

A.S.

TAG

, , , , , , ,

VEDI ANCHE