Francesco alla Fao: “Dignità non elemosina per chi ha fame”

tweet
  • Agf
  • Agf
  • Agf
  • Agf
  • Agf
  • Agf
  • (credits: Agf)
  • Agf
  • Agf

Rivolgendosi ai partecipanti alla seconda Conferenza internazionale sulla nutrizione (in corso a Roma alla sede della Fao) e voluta proprio dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura e dall’Oms, l’Organizzazione mondiale della Sanità,Papa francesco ha fatto volutamente un intervento molto duro: “Il diritto all’alimentazione sarà garantito solo se ci preoccupiamo della persona che patisce gli effetti della fame e della denutrizione… La lotta contro la fame e la denutrizione viene ostacolata dalla priorità del mercato, e dalla preminenza del guadagno, che hanno ridotto il cibo a una merce qualsiasi, soggetta a speculazione, anche finanziaria. E mentre si parla di nuovi diritti, l’affamato è lì, all’angolo della strada, e chiede diritto di cittadinanza, di essere considerato nella sua condizione, di ricevere una sana alimentazione di base. Ci chiede dignità, non elemosina”.

Poi Bergoglio ha rincarato la dose affermando , “si parla molto di diritti, dimenticando spesso i doveri: forse ci siamo preoccupati troppo poco di quanti soffrono la fame”.

Poi in lingua spagnola ha sottolineato: “Viviamo in un’epoca in cui i rapporti tra le nazioni sono troppo spesso rovinati dal sospetto reciproco, che a volte si tramuta in forme di aggressione bellica ed economica, mina l’amicizia tra fratelli e rifiuta o scarta chi già è escluso. Lo sa bene chi manca del pane quotidiano e di un lavoro dignitoso. Questo è il quadro del mondo, in cui si devono riconoscere i limiti di impostazioni basate sulla sovranità di ognuno degli Stati, intesa come assoluta, e sugli interessi nazionali, condizionati spesso da ridotti gruppi di potere”.

C’è cibo per tutti, ma non tutti possono mangiare, mentre lo spreco, lo scarto, il consumo eccessivo e l’uso di alimenti per altri fini sono davanti ai nostri occhi. Purtroppo questo paradosso continua a essere attuale. Ci sono pochi temi sui quali si sfoderano tanti sofismi come su quello della fame; e pochi argomenti tanto suscettibili di essere manipolati dai dati, dalle statistiche, dalle esigenze di sicurezza nazionale, dalla corruzione o da un richiamo doloroso alla crisi economica”.

Il Papa ha infine pregato perché “la comunità internazionale sappia ascoltare l’appello di questa Conferenza” e salutato i membri e dipendenti della Fao ricordando la grave situazione che coinvolge moltissimi Paesi a Sud del Mondo e la carenza di acqua: “L’acqua non è gratis, come tante volte pensiamo. Sarà il grave problema che può portarci ad una guerra”.

di Alessia Sironi

TAG

, , , , , , , ,

VEDI ANCHE