Don Giovanni Bosco, un santo caro ai Bergoglio

8 Giugno 2017 News

tweet

Schermata 2017-06-08 alle 12.30.09

Cari lettori, quello che è successo venerdì scorso ad Asti è veramente triste: una reliquia di don Bosco è stata rubata pochi minuti prima della chiusura nella basilica salesiana di Colle Don Bosco (AT). Si tratta di un’ampolla che contiene una piccolissima parte del cervello del Santo che non per caso tutti continuiamo a chiamare “don”: il fondatore dei salesiani, infatti, è una figura che ancora oggi, a quasi 130 anni dalla scomparsa, consideriamo familiare, amica, “alla mano”. Mentre stiamo preparando questo numero ancora non sappiamo se la reliquia verrà ritrovata e nemmeno se il furto sia una bravata di qualche scellerato o un “rapimento” che ha come fine la richiesta di un riscatto. Resta, comunque, la ferita per un gesto così cattivo e così inutile. Franco Oppedisano, a pag. 10, ci racconta nei dettagli una vicenda che per papa Francesco ha un significato particolare. Il papà e la mamma del Papa, infatti, vennero sposati da un salesiano, lo stesso che lo battezzò, lo stesso che lo avvicinò alla vocazione. Don Giovanni Bosco è insomma per i Bergoglio un santo di famiglia. Noi  speriamo di potervi raccontare, in uno dei prossimi numeri, il lieto fine di questa storia. Ma se così non sarà, ci consoleremo con le parole di don Ezio Orsini, il rettore della chiesa che ospitava l’ampolla: «Possono rubarci la reliquia, ma nessuno potrà mai toglierci San Giovanni Bosco».

Buona lettura

di Aldo Vitali

Il direttore de Il Mio Papa Aldo Vitali

Il direttore de Il Mio Papa Aldo Vitali

TAG

,