Domenica 14 ottobre: sette nuovi santi in piazza San Pietro

10 ottobre 2018 News

tweet
Credit Osservatore Romano

Credit Osservatore Romano

Domenica 14 ottobre piazza San Pietro accoglierà migliaia di fedeli dall’Italia, dalla Germania e dal Sudamerica per festeggiare la canonizzazione di sette beati: gli italiani Paolo VI, Francesco Spinelli, Vincenzo Romano e Nunzio Sulprizio, la tedesca Maria Caterina Kasper, il salvadoregno Oscar Romero e Nazaria Ignazia di Santa Teresa di Gesù, spagnola di nascita e attiva nella sua “missione” soprattutto tra Bolivia e Argentina.

In piazza si entrerà dalle  7 del mattino, circa tre ore prima del rito. La grande maggioranza dei posti sarà riservata a quanti giungeranno a Roma con i pellegrinaggi organizzati nelle diocesi  “legate” ai nuovi santi (per gli italiani: Milano e Brescia, Cremona, Napoli e in particolare il decanato di Torre del Greco, e Pescara-Penne, dove il beato Sulprizio ha il suo santuario nella natia Pescosansonesco). 

I fedeli che non aderiscono a viaggi organizzati dovranno comunque avere un biglietto d’ingresso, che è gratuito e si può provare a chiedere in extremis alla Prefettura della Casa Pontificia inviando un fax al numero 06 69885863.

La cerimonia si svolgerà seguendo  una successione di eventi ormai tradizionale. Si aprirà alle 10.15 con la richiesta (“petizione”) della canonizzazione al Papa, che, dopo le litanie dei Santi, ne pronuncerà la formula; dopo il ringraziamento al Santo Padre, si rientrerà nell’alveo “tradizionale” della messa con la preghiera colletta. 

Chi parteciperà a questa messa potrà ottenere l’indulgenza plenaria se rispetterà le solite condizioni (nessun “affetto” per il peccato, confessione, comunione e preghiera secondo le intenzioni del Papa…).

Le diocesi festeggeranno i nuovi santi anche nei giorni successivi. Lunedì 15, per esempio, le diocesi di Milano e Brescia faranno una messa di ringraziamento a San Paolo fuori le Mura, mentre quella di Cremona si ritroverà in Santa Maria Maggiore; san Vincenzo Romano sarà festeggiato il 21 a Napoli e il 28 a Torre del Greco.

di Enrico Casarini

TAG

, , ,

VEDI ANCHE