Così il Papa sconfigge il grande caldo

15 Luglio 2016 Parole e pensieri

tweet
Credit Mondadori Portfolio

Credit Mondadori Portfolio

Estate vuol dire sole ma anche cautele da prendere per affrontare al meglio il periodo più caldo dell’anno. Per noi come per papa Francesco. Allora insieme al professor Lucio Mango, medico endocrinologo, abbiamo raccolto otto consigli per un’estate sana e serena.

1 La colazione è importante. 

Non tralasciamo la colazione: è il pasto che ci fornisce l’energia per cominciare la giornata. Francesco fa sempre una colazione ricca con yogurt o formaggio, latte e succo di frutta.

Mangiare poco ma più spesso.

Durante la giornata meglio cinque pasti piccoli che due o tre abbondanti: nella digestione il sangue viene attratto verso lo stomaco e sottratto al cervello, creando rischi per il cuore.

Piatti leggeri come fa il Papa. 

Evitiamo cibi pesanti, difficili da digerire (come fritti e grassi animali), e scegliamo pesce, carni bianche, cereali integrali, verdura e frutta. Come Francesco, che predilige la frutta stagionale degli orti di Castel Gandolfo e piatti semplici come pasta, verdure e insalate.

Meglio la frutta poco zuccherata. 

È preferibile la frutta a basso contenuto di zucchero: meglio il melone, che contiene fruttosio, piuttosto che l’anguria, ad alto contenuto di saccarosio.

L’importanza di bere molto 

Attenzione all’idratazione: dobbiamo bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno. Per regolarci, basterà riempire tre bottigliette da mezzo litro ciascuna da bere mattina, pomeriggio e sera. Il Papa, infatti, beve molto spesso anche durante le udienze o alle riunioni.

Uscire di casa nelle ore fresche  

Evitiamo di uscire nelle ore più calde della giornata e, se lo facciamo, copriamo la testa con un cappellino in cotone bianco. In caso di caldo eccessivo, meglio bagnare polsi e tempie.

Abiti di cotone  

Usiamo abiti di cotone, no alle fibre sintetiche che impediscono la traspirazione.

8 Attenti all’aria condizionata   

Se in casa usiamo l’aria condizionata, la temperatura ideale è di 23°-24°. Attenti ai supermercati e ai locali pubblici che, con condizionatori regolati su 19°-20°, causano sbalzi repentini di temperatura che possono causare malanni come la broncopolmonite. Papa Francesco, per esempio, nella sua stanza di Casa Santa Marta usa solo il condizionatore sulla funzione “deumidificatore”, che produce aria meno fresca ma anche meno “pericolosa” per la salute.

di Tiziana Lupi

TAG

,

VEDI ANCHE