Assisi, un libro ripercorre le visite dei Papi

tweet
4 /10/2013, Assisi, papa Francesco in visita all'Eremo delle carceri (credits: Agf)

4 /10/2013, Assisi, papa Francesco in visita all’Eremo delle carceri (credits: Agf)

«Le pietre di Assisi, che sono state testimoni dell’incontro tra San Francesco e il Cristo crocefisso, sono testimoni oggi dello sguardo del Papa sempre rivolto al crocefisso». A scriverlo è suor Roberta Vinerba nel libro Lo spirito di Assisi e papa Francesco. Un testo davvero interessante, perché ripercorre gradualmente i passi compiuti da San Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e papa Bergoglio nella terra del santo patrono d’Italia. Visite che hanno rappresentato momenti importanti.

Il 27 ottobre 1986 Karol Wojtyla convocò lì un storico incontro fra i rappresentanti di tante religioni per invocare insieme il dono della pace. Tornò di nuovo nel gennaio ’93, dopo che il sanguinoso conflitto nei Balcani aveva lasciato dietro di sé una scia di morte e distruzione. E ancora pellegrino nel 2002, dopo l’11 settembre 2001 «per rispondere alla logica dello scontro con quella della fraternità», sottolinea suor Vinerba.

Un percorso proseguito da papa Ratzinger, ad Assisi nel giugno 2007 e il 27 ottobre 2011, in occasione del venticinquesimo anniversario della “Giornata mondiale di preghiera per la pace” inaugurata dal suo «amato predecessore», come lo ha sempre chiamato. Fino ad arrivare ai gesti compiuti e alle parole pronunciate da papa Bergoglio il 4 ottobre di un anno e mezzo orsono.

Quella visita di un Papa pellegrino
Afferma suor Roberta: «Francesco è uomo dal gesto dirompente perché nella sua semplicità, che non pone barriere tra sé e l’altro, comunica naturalmente con tutto se stesso, si dona interamente all’altro». E aggiunge che il Pontefice pellegrino «è tutto accoglienza, è paterno quando si apre a contenere, a proteggere, a fare scudo per tutto il dolore che incontra nelle persone che cercano in lui il contatto consolatorio».

Un linguaggio del corpo e della testimonianza ispirato da quello del santo di Assisi, che invita i suoi frati a parlare innanzitutto con la vita: insegnamento che Francesco ha citato diverse volte nei suoi discorsi. Oltre agli abbracci, anche gli sguardi e i silenzi sanno gettare ponti verso l’altro, costruire relazioni, creare empatia, quindi realizzare una profonda pace in se stessi e con le persone. Ma la pace cristianamente autentica trova il suo fondamento in Cristo crocifisso e risorto, «l’Unico necessario».

Come si può acquistare:
Suor Roberta Vinerba firma il volume “Lo spirito di Assisi e papa Francesco” (sottotitolo: “La bellezza di Cristo Crocefisso si è fatta storia in Assisi”). Pubblicato da Cittadella editrice, ha 128 pagine e costa 11,30 euro. Si può scrivere all’autrice alla e-mail suorroberta@diocesi.perugia.it.

di Laura Badaracchi

TAG

, , , , , , ,

VEDI ANCHE