Le preghiere poco note ma tanto amate da papa Francesco

27 Febbraio 2019 News

tweet
Credit Osservatore Romano

Credit Osservatore Romano

Non passa giorno che papa Francesco non ci ricordi con affetto quanto sia importante pregare. «Quando prego Dio respira in me» aveva detto durante l’Angelus il 14 dicembre 2014. Perché ce lo ricordiamo così bene? Perché in quell’occasione aveva regalato ai presenti in piazza San Pietro un libretto tascabile Preghiere nel quale aveva inserito quelle più semplici, ma anche quelle più amate da lui. Dal Padre Nostro, dall’Ave Maria, fino al Magnificat, il canto della speranza dei piccoli e degli ultimi o all’atto di dolore per la confessione. Senza dimenticare che anche la recita del Rosario è una delle preghiere preferite dal Papa.

Tra le preghiere amate dal Santo Padre, nell’opuscolo non mancano quelle di alcuni Santi, come Teresa di Lisieux intitolata “Offerta della giornata” (la trovate qui sotto) o “Davanti al Crocifisso” di san Francesco al quale il Pontefice è molto legato. Ma col tempo abbiamo scoperto che ci sono altre preghiere amatissime dal Papa. Per esempio quella del beato Bartolo Longo, fondatore del santuario della Beata Vergine di Pompei, o la preghiera del Buonumore di san Tommaso Moro, che il Papa ci suggerisce di recitare spesso. E nella nostra rassegna non può mancare quella a Maria che scioglie i nodi, la Madonna alla quale è tanto devoto. Eccovi i testi completi.

ECCO ALCUNE PREGHIERE MENO NOTE MA MOLTO AMATE DA PAPA FRANCESCO

PREGHIERA DEL BEATO BARTOLO LONGO

O Rosario benedetto di Maria, catena dolce che ci riannodi a Dio vincolo di amore che ci unisci agli angeli, torre di salvezza negli assalti dell’inferno, porto sicuro nel comune naufragio, noi non ti lasceremo mai più. Tu ci sarai conforto nell’ora dell’agonia. A te l’ultimo bacio della vita che si spegne. E l’ultimo accento delle nostre labbra sarà il nome tuo soaveo Regina del Rosario di Pompei, o Madre nostra cara, o Rifugio dei peccatori, o Sovrana consolatrice dei mesti. Sii ovunque benedetta oggi e sempre, in terra e in cielo.

OFFERTA DELLA GIORNATA (di Santa Teresa di Lisieux)

Mio Dio, vi offro tutte le azioni che compirò quest’oggi con le intenzioni e per la gloria del Sacro Cuore di Gesù; voglio santificare i battiti del mio cuorei miei  pensieri e le mie opere, anche le più semplici, unendole ai suoi meriti infiniti, e riparare le mie mancanze gettandole nella fornace del suo amore misericordioso. O mio Dio! Voglio domandarti per me e per quelli che mi sono cari, la grazia di adempiere perfettamente la vostra santa volontà,  di accettare per tuo amore le gioie e le pene i questa vita passeggera perché noi siamo un giorno riuniti nei cieli per tutta l’eternità.

PREGHIERA DEL BUONUMORE (di San Tommaso Moro)

Signore donami una buona digestione e anche qualcosa da digerire. Donami la salute del corpo e il buonumore necessario  per mantenerlaDonami, Signore,  n’anima semplice che sappia far tesoro di tutto ciò che è buono e non si spaventi alla vista del male ma piuttosto trovi sempre il modo di rimettere le cose apposto. Dammi un’anima che non conosca la noia, i brontolamenti, i sospiri, i lamenti e non permettere che mi crucci eccessivamente per quella cosa troppo ingombrante che si chiama “io”. Dammi, Signore, il senso del buonumoreConcedimi la grazia di comprendere uno scherzo per scoprire nella vita un po’ di gioia e farne parte anche agli altri.

PREGHIERA A MARIA CHE SCIOGLIE I NODI

Vergine Maria, Madre che non hai mai abbandonato un figliolo che grida aiuto, Madre le cui mani lavorano senza sosta per i tuoi figli tanto amati, perché sono spinte dall’amore divino e dall’infinita misericordia che esce dal tuo cuore, volgi verso di me il tuo sguardo pieno di compassione, guarda il cumulo di ‘nodi’ che soffocano la mia vita. Tu conosci la mia disperazione e il mio dolore. Sai quanto mi paralizzano questi nodi e li ripongo tutti nelle tue maniNessuno, neanche il demonio, può sottrarmi dal tuo aiuto misericordioso. Nelle tue mani non c’è un nodo che non sia sciolto. Vergine madre, con la grazia e il tuo potere d’intercessione presso tuo Figlio Gesù, mio Salvatore, ricevi oggi questo ‘nodo’ (nominarlo se possibile). Per la gloria di Dio ti chiedo di scioglierlo e di scioglierlo per sempreSpero in te. Sei ’unica consolatrice che il Padre mi ha dato. Sei la fortezza delle mie deboli forze, la ricchezza delle mie miserie, la liberazione da tutto ciò che m’impedisce di essere con Cristo. Accogli la mia richiesta. Preservami, guidami, proteggimi. Sii il mio rifugio. Maria, che sciogli i nodi,  prega per me.

di Antonio de Felice

TAG

, , , ,