Sulla Via di Damasco (Raidue) ci porta in Messico

13 luglio 2017 News

tweet

 

Mondadori Portfolio / Zuma Press

Mondadori Portfolio / Zuma Press

Si intitola “La guerra invisibile” la puntata di Sulla Via di Damasco in onda sabato 15 luglio su Raidue alle ore 8.45 e in replica in terza serata mercoledì 19 luglio. Il programma firmato da monsignor Giovanni D’Ercole e Vito Sidoti ci porta in Messico, dove papa Francesco era stato nel febbraio del 2016. La puntata offre un documento inedito sul fenomeno migratorio centroamericano, dove alla sofferenza della traversata si uniscono stupri, violenze e traffico di bambini per mano della criminalità organizzata. Una lunga intervista a Padre Alejandro Solalinde, fondatore del centro “Hermanos en el camino,” svelerà le crudeltà cui sono sottoposti i migranti che dal sud cercano speranza negli Usa, nella totale assenza di una qualche strategia alternativa che impedisca questi orrori. Padre Solalinde è sotto scorta perché ha deciso di offrire il suo sacerdozio ai migranti, proteggendoli, affrontando, a rischio della vita, i cartelli della droga e la polizia corrotta, combattendo, senza paura, quel morbo dell’egoismo che ha infestato l’umanità e produce violenza. L’altra ospite, Lucia Capuzzi, giornalista di Avvenire, che, insieme al prete messicano, candidato al Nobel per la pace, è autrice del libro “I narcos mi vogliono morto. Racconterà di questo Messico, di questa democrazia che resta in silenzio davanti alla verità, dove restano impuniti molti crimini contro giornalisti, sacerdoti e uomini coraggio, dove si sta consumando la più grave violazione dei diritti umani verso i più poveri e indifesi, nell’indifferenza di un occidente sempre più complice.

TAG

, , ,