Quasi 3000 preghiere nel breviario del Papa

26 agosto 2017 Mondo di Francesco, News

tweet
Credit Osservatore Romano

Credit Osservatore Romano

Anche in un periodo più tranquillo com’è quello di luglio e agosto, quasi libero da impegni istituzionali, a papa Francesco non è mancato il lavoro.
Ha scritto catechesi; ha fatto alcune visite “pubbliche” (per esempio ai Gesuiti nel giorno di sant’Ignazio di Loyola) e diversi incontri privati… Non è mai stato con le mani in mano! È certo, però, che il rallentamento delle attività gli abbia “donato” più tempo da dedicare alla preghiera. Dono graditissimo: più volte ha detto che la preghiera è indispensabile nella nostra vita di cristiani. Ricordiamo due citazioni: «La preghiera è la migliore arma che abbiamo, una chiave che apre il cuore di Dio»; e ancora: «La preghiera è l’acqua indispensabile che nutre la speranza e fa crescere la fiducia. Ci fa sentire amati e ci permette di amare. Ci fa andare avanti nei momenti bui perché accende la luce di Dio». 

Che cosa c’è scritto nel breviario di Francesco?

Il breviario del Papa è in latino. Contiene la Liturgia delle ore, in vero titolo del libro, l’insieme di letture e preghiere che scandisce la giornata dei fedeli, in momenti ben definiti. Vescovi e preti devono rispettare tutti i momenti; gli altri devono rispettare le “ore” principali: Lodi e Vespri. L’impegno è chiesto da Gesù: “Vegliate e pregate in ogni momento, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che deve accadere, e di comparire davanti al Figlio dell’uomo” (Lc 21, 36).

Che differenza c’è tra Breviario e Liturgia delle ore?

Il Breviario romano è il libro con cui Pio V nel 1568 diede la prima organizzazione uniforme alle preghiere con cui da sempre i fedeli scandivano ogni ora delle giornate (la Liturgia delle ore, appunto). Dopo diversi aggiornamenti, nel 1970 Paolo VI lo ha sostituito col libro attuale, intitolato proprio Liturgia delle ore (in 4 volumi; 5 per il rito ambrosiano), detto comunemente breviario (con la “b” minuscola).

I 2.920 MOMENTI DI PREGHIERA CHE SCANDISCONO L’ANNO DEL FEDELE

La giornata è divisa in ore canoniche, un insieme di momenti di preghiera (la “Liturgia delle ore”) con molte regole; diciamo che ogni ora prevede inni, salmi, letture e preghiere. Lodi e Vespri prevedono due cantici, il “Benedictus” e il “Magnificat”.

Di notte = Invitatorio 

È la “introduzione” alla giornata
di preghiera; si recita il Salmo 94,
che è un invito a lodare Dio. 

Prima dell’alba = Ufficio delle letture

È l’ora dedicata a meditare su brani delle Scritture o testi di autori “spirituali”. Si può celebrare anche
in qualunque momento del giorno.

All’alba = Lodi mattutine 

È la prima ora maggiore, celebrata
allo spuntare della luce del giorno
per celebrare la Risurrezione di Gesù. Si esegue il cantico del “Benedictus”.

09.00 = Ora terza

È la prima delle tre ore “minori”. Chi fa vita contemplativa deve celebrarle tutte; per gli altri ne basta una. 

12.00 = Ora sesta

Seconda delle tre ore “minori”. Queste tre ore vengono dette anche “ore medie”, perché l’ora che si sceglie
di celebrare divide in due la giornata.

 15.00 = Ora nona 

Terza delle tre ore “minori”. Queste ore hanno identica composizione: un inno, tre salmi, una breve lettura dalla “Bibbia”, un versetto e un’orazione.

Al tramonto = Vespri

È la seconda ora maggiore, celebrata quando il giorno declina, per rendere grazie di quanto si è ricevuto. Qui
si esegue il cantico del “Magnificat”. 

Prima di dormire = Compieta

Si recita prima del sonno. Comprende, tra l’altro, l’esame di coscienza,
un salmo, una lettura e un cantico. 

IL CANTICO DELLE LODI: IL “BENEDICTUS”

(È il cosiddetto Cantico di Zaccaria,
dal “Vangelo” di Luca 1, 68-79).

Benedetto il Signore Dio d’Israele,

perché ha visitato e redento il suo popolo,

e ha suscitato per noi una salvezza potente

nella casa di Davide, suo servo,

come aveva promesso

per bocca dei suoi santi profeti d’un tempo:

salvezza dai nostri nemici,

e dalle mani di quanti ci odiano.

Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri

e si è ricordato della sua santa alleanza,

del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre,

di concederci, liberati dalle mani dei nemici,

di servirlo senza timore, in santità e giustizia

al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.

E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell’Altissimo

perché andrai innanzi al Signore
a preparargli le strade,

per dare al suo popolo la conoscenza
della salvezza nella remissione dei suoi peccati,

grazie alla bontà misericordiosa del nostro Dio,

per cui verrà a visitarci dall’alto un sole che sorge

per rischiarare quelli che stanno
nelle tenebre
e nell’ombra della morte

e dirigere i nostri passi sulla via della pace.

IL CANTICO DEL VESPRI: IL “MAGNIFICAT”

(È il cosiddetto Cantico della Beata Vergine Maria, dal “Vangelo” di Luca 1, 46-55).

L’anima mia magnifica il Signore

e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l’umiltà della sua serva.

D’ora in poi tutte le generazioni
mi chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente

e Santo è il suo nome:

di generazione in generazione
la sua misericordia

si stende su quelli che lo temono.

Ha spiegato la potenza del suo braccio,

ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni,

ha innalzato gli umili;

ha ricolmato di beni gli affamati,

ha rimandato a mani vuote i ricchi.

Ha soccorso Israele, suo servo,

ricordandosi della sua misericordia,

come aveva promesso ai nostri padri,

ad Abramo e alla sua discendenza,

per sempre.

IL BREVIARIO OGGI E’ ANCHE SUL TELEFONINO CON UNA APP

Siete tra coloro che si sono lasciati conquistare dalla tecnologia e leggete solo testi in formato digitale usando il telefonino o il computer? Se volete anche celebrare la Liturgia delle ore in “versione digitale” non c’è problema: potete farlo con diverse app (cioè applicazioni, programmi). Per esempio c’è la “Liturgia delle ore” della Cei, che funziona su tutti i telefonini e computer Apple e Android e si può “scaricare” gratis su questo sito: www.chiesacattolica.it/appliturgiadelleore. È un programma molto facile da usare, che offre anche una versione audio dei testi e dà la possibilità di ingrandire i caratteri a chi ha problemi di vista. La “Liturgia delle ore” si può acquistare anche sul sito www.breviariodigitale.it, dove sono disponibili anche i testi ufficiali integrali della Chiesa (il Catechismo, per esempio) in versione digitale, utilizzabili su tutti i principali dispositivi elettronici. 

di Tiziana Lupi

TAG

, , ,