Presto Santi due Papi. Così si prepara la Capitale

22 aprile 2014 Foto e video story

tweet
Piazza San Pietro, Roma (credits: Corbis Images)

Piazza San Pietro, Roma (credits: Corbis Images)

 

La canonizzazione di Giovanni XXIII e di Giovanni Paolo II avverrà tra più di due settimane, ma la macchina organizzativa si è già messa in moto. Per tutti coloro che avessero intenzione di andare a Roma, ecco qualche consiglio per evitare imprevisti e godere al meglio non solo lo storico evento, ma anche la permanenza nella capitale, nella quale è previsto l’arrivo di almeno 5 milioni di fedeli.

Biglietti. Per assistere alla cerimonia di canonizzazione in piazza San Pietro non c’è bisogno di biglietto. Visto l’elevato numero di fedeli che saranno presenti, è consigliato arrivare il più presto possibile.

Chiese. Le chiese del centro di Roma resteranno aperte dalle ore 21 di sabato 26 aprile, in attesa della Messa di canonizzazione prevista per le 10 della domenica. In 11 chiese è prevista una veglia con lettura di brani della Bibbia e testi tratti dagli scritti dei due Papi, con animazione liturgica in più lingue. Le chiese sono: Sant’Agnese in Agone a piazza Navona (polacco), San Marco al Campidoglio (italiano e inglese), Sant’Anastasia al Palatino (portoghese), SS Nome di Gesù all’Argentina (italiano e spagnolo), Santa Maria in Vallicella (italiano), San Giovanni dei Fiorentini (italiano), Sant’Andrea della Valle (francese), San Bartolomeo all’Isola Tiberina (italiano e arabo), Sant’Ignazio di Loyola (italiano), la Chiesa delle Stimmate (italiano), Santi Apostoli (italiano).

MaxischermiOltre a quelli consueti in via della Conciliazione, è prevista l’installazione di maxischermi in via dei Fori Imperiali, piazza Navona, piazza del Popolo, Castel Sant’Angelo e piazza Santa Maria Maggiore. 

Fori. Dalle ore 19 del 18 aprile via dei Fori Imperiali sarà pedonalizzata fino a domenica 4 maggio.

Alberghi. Molti hotel della capitale registrano già il tutto esaurito perciò è meglio evitare di muoversi se non si ha già una prenotazione alberghiera.

Trasporti. Il servizio di metro e bus sarà potenziato, nelle zone di maggiore afflusso. Sabato 26 e domenica 27 aprile (fino alla mezzanotte e mezzo del 28) le metropolitane A e B effettueranno servizio no-stop anche di notte.

Bagni. Da sabato 26 a lunedì 28 saranno posizionati oltre 900 bagni chimici (molti attrezzati anche per i disabili) nella zona di piazza San Pietro e via della Conciliazione, nel centro storico, nelle aree di parcheggio dei pullman, nelle stazioni metro e ferroviarie e nei presidi medici dell’Ares 118.

Servizio d’ordine. Seimila i vigili urbani in servizio e 2.630 volontari della protezione civile, presenti ventiquattr’ore su ventiquattro, garantiranno l’assistenza ai fedeli e distribuiranno 4 milioni di bottigliette d’acqua. Per domenica 27 l’Azienda sanitaria di Roma metterà a disposizione un piano ad hoc che prevede punti medici e squadre di soccorritori.

MuseiPer l’occasione, sarà in vendita la “Roma Pass 48 hours”, una card turistica che per due giorni consente l’accesso gratuito a un sito archeologico o museo a scelta, l’ingresso ridotto per tutti gli altri siti o musei e l’utilizzo per 48 ore di tutto il sistema di trasporto pubblico della capitale gestito da Atac spa. La card, acquistabile on line sul sito www.romapass.it o nei punti informativi di Roma Capitale, sarà venduta insieme a una mappa della città. Chi prevede una permanenza più lunga può optare, invece, per la “Roma Pass” che ha una durata di tre giorni.

Cinema. In molti cinema (per il momento ancora da definire) in Italia e nel mondo sarà possibile seguire in diretta la cerimonia di canonizzazione. La produzione è firmata dal Centro Televisivo Vaticano.

Il Papa buono e quello giramondo

Angelo Giuseppe Roncalli Papa Giovanni XXIII
Nato a Sotto il Monte (BG) nel 1881, quarto di tredici fratelli, veniva da una famiglia di contadini. Nel 1953 fu nominato vescovo di Venezia e divenne papa il 28 ottobre 1958. Morì il 3 giugno 1963. Il miracolo: l’inspiegabile guarigione avvenuta a Napoli il 25 maggio 1966 dopo aver pregato papa Giovanni XXIII, di suor Caterina Capitani, affetta da una gastrite ulcerosa emorragica che l’aveva ridotta in fin di vita.

Karol WoJtyla Papa Giovanni Paolo II
Nato a Wadowice, in Polonia, il 18 maggio 1920, era il terzo figlio di un ufficiale dell’esercito asburgico. Nel 1963 fu nominato arcivescovo di Cracovia ed eletto papa il 16 ottobre 1978. Morì il 2 aprile del 2005. Il miracolo: la guarigione per intercessione del pontefice della religiosa francese suor Marie Simon-Pierre dal morbo di Parkinson (lo stesso di cui soffriva Wojtyla) avvenuta la sera del 2 giugno 2005.

Il papa emerito sempre “vicino” a Francesco:
Vive in Vaticano in un monastero Joseph Ratzinger Papa Benedetto XVI. Eletto papa il 19 aprile 2005, l’11 febbraio 2013 ha annunciato la sua rinuncia al ministero petrino, a partire dal 28 febbraio. Da allora il suo appellativo ufficiale è “sommo pontefice emerito” e continua a indossare l’abito talare bianco semplice, senza, tuttavia, la pellegrina bianca.

La medaglia di Giovanni Paolo II
In occasione della santificazione di Giovanni Paolo II, Il mio Papa porta in edicola il 16 aprile una preziosa Medaglia commemorativa bagnata in oro, realizzata in esclusiva per celebrare questo evento straordinario. Presentata insieme a un santino di papa Wojtyla con la preghiera del Padre Nostro, può essere acquistata insieme a Il mio Papa a soli 5,99 euro oltre il prezzo di copertina.

di Tiziana Lupi

TAG

, , , ,