Papa Francesco prega al santuario di Pompei

29 marzo 2015 Foto e video story

tweet
21/03/2015 Papa Francesco al santuario mariano di Pompei (credits: Getty Images)

21/03/2015 Il Pontefice al santuario mariano di Pompei (credits: Getty Images)

Nella visita pastorale di sabato 21 marzo Francesco non ha incontrato soltanto Napoli. La sua giornata in terra campana, infatti, è cominciata a Pompei, e non poteva che essere così, vista l’importanza del Santuario mariano nella località a una ventina di chilometri dal capoluogo. Fin dalle prime luci dell’alba, migliaia di fedeli hanno atteso dentro e fuori dal santuario, e lungo il breve tratto di strada che Francesco ha percorso dal punto d’atterraggio dell’elicottero.

La vettura scoperta del Papa (non la papamobile bianca, ma una jeep verde militare) si è mossa con voluta lentezza: Francesco voleva salutare tutti. Con non minore lentezza il Santo Padre si è poi mosso all’interno del santuario: gli ci sono voluti dieci minuti per arrivare all’altare, perché – come di consueto - non si è risparmiato in parole e abbracci a chi era lì per incontrarlo: le ragazze che lavorano nel santuario, i malati, i disabili, i poveri

La prima sorpresa: torna sul sagrato
Finalmente è giunto anche il momento della preghiera. Davanti all’immagine della Madonna, Francesco ha recitato la Piccola Supplica, cioè la formula breve del testo composto nel 1883 dal beato Bartolo Longo, benedetto da Leone XIII e da lui consigliato come vera e unica medicina ai mali del mondo: Maria, Madre e modello della Chiesa, Tu sei guida e sostegno sicuro. Rendici un cuor solo e un’anima sola, popolo forte in cammino verso la patria del cielo. Ti consegniamo le nostre miserie, le tante strade dell’odio e del sangue, le mille antiche e nuove povertà e soprattutto il nostro peccato.

All’uscita dal Santuario, il primo fuori programma della giornata: atteso a un’uscita laterale, Francesco è tornato invece sul sagrato per salutare i tanti che non avevano trovato posto all’interno: «Grazie per questa calorosa accoglienza. Abbiamo pregato la Madonna perché ci benedica tutti. Abbiamo bisogno della Madonna perché ci custodisca per tante cose. E pregate per me, non dimenticatelo».

Poi ha guidato i fedeli in un’Ave Maria e infine ha dato la benedizione. Poco prima delle 9, dopo un’ora a Pompei, Francesco è partito per Napoli.

di Tiziana Lupi

TAG

, , , , ,

VEDI ANCHE