Papa Benedetto XVI e la festa in stile bavarese

18 aprile 2015 Foto e video story

tweet
(credits: Getty Images)

Vaticano, 19/10/2014, il Papa emerito Benedetto XVI (credits: Getty Images)

Il primo a fargli gli auguri per gli 88 anni appena compiuti, giovedì 16 aprile, è stato Francesco, che al papa emerito Joseph Ratzinger – il suo “nonno saggio”, come lo definì alla Festa dei nonni in piazza San Pietro il 28 settembre 2014 - ha dedicato affettuose parole durante la messa mattutina in Casa Santa Marta: «Vorrei ricordare che oggi è il compleanno del papa Benedetto XVI. Ho offerto la Messa per lui e vi invito anche a pregare per lui, perché il Signore lo sostenga e gli dia tanta gioia e felicità», ha detto Francesco.

Una sorpresa dalla Baviera
Gioia e felicità che a papa Benedetto sono state donate sicuramente anche da un colorato e festoso gruppo di una cinquantina di tedeschi giunti in Vaticano dalla sua Baviera. Giovedì mattina si sono presentati, dopo aver percorso in colonna vialetti e strade dei Giardini vaticani, al monastero Mater Ecclesiae, vestiti negli abiti tradizionali della terra natale del Papa emerito, per festeggiarlo insieme con il fratello monsignor Georg e con il prefetto della Casa pontificia monsignor Georg Gänswein.

I festeggiamenti si sono svolti di fronte al monastero e la quiete dei Giardini è stata “rotta” dall’allegria della marcia tradizionale Mein Heimatland (cioè: la mia patria), interpretata dalle voci del gruppo folkloristico Bayerischen Trachtenverband e dalla banda musicale della località di Waging-am-See, vicina a Traunstein, la città dove papa Ratzinger è cresciuto e dove, nel luglio del 1951, ha celebrato - con il fratello Georg – la sua prima messa.

“Salutatemi la mia patria
La musica ha emozionato profondamente Benedetto XVI. «Qui il cuore di un bavarese si scioglie!», ha commentato subito, aggiungendo: «Dio vi ricompensi per essere venuti qui oggi. Voi siete legati a me e io a voi!». L’atmosfera festosa e, in un certo senso, nostalgica ha forse convinto il Papa emerito a unirsi simbolicamente al più classico dei brindisi bavaresi.

Nonostante sia astemio, infatti, papa Ratzinger di buon grado ha prima accettato di assaggiare un bicchierino di grappa bavarese e dopo di partecipare a un brindisi alla sua salute. Circondato dalle giacche verdi di loden e i cappelli piumati caratteristici del tracht, l’abbigliamento tipico della regione che comprende la Germania meridionale e l’Austria, anche Benedetto XVI ha sollevato un grande boccale di birra.

Birra del birrificio Traunstein, naturalmente, fondato nel 1612 nel cuore dell’omonima città. Al termine dell’incontro, il Papa emerito ha autografato una bandiera bavarese, ha benedetto la comitiva e infine l’ha congedata dicendo «Salutatemi la Baviera, la mia patria».

di Enrico Casarini

TAG

, , , ,

VEDI ANCHE