Mattarella e Papa Francesco, l’incontro è vicino

13 aprile 2015 Foto e video story

tweet
(credits: Agf)

07/03/2015 – Roma, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (credits: Agf)

 

Ci saranno la Guardia Svizzera schierata e la banda pontificia ad attendere il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel cortile di san Damaso al Palazzo apostolico, sabato 18 aprile, per la prima visita del dodicesimo capo dello Stato a papa Francesco.

Il presidente sarà accompagnato dal ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, e da consiglieri e alti funzionari. Sulla porta del Palazzo li attenderà il prefetto della Casa pontificia, monsignor Georg Gänswein; la banda eseguirà l’Inno di Mameli in onore del presidente, e quindi Mattarella salirà al secondo piano e, scortato dai strong>gentiluomini pontifici, attraverserà il palazzo per giungere alla sala del Tronetto dove lo aspetteranno Francesco e i fotografi.

Dopo, Pontefice e Presidente si sposteranno nella biblioteca privata e qui resteranno soli. Il faccia a faccia, si può immaginare, toccherà anzitutto i temi della libertà religiosa nel mondo, con la drammatica situazione dei cristiani perseguitati, ma anche la situazione sociale in Italia, il lavoro, il problema dell’immigrazione, l’imminente Giubileo.

Al termine dell’incontro si riapriranno le porte e potranno rientrare il seguito del presidente, fotografi, telecamere e giornalisti. Bergoglio pronuncerà il discorso ufficiale cui farà seguito quello di Mattarella. Alla fine ci sarà lo scambio dei doni.

di Ignazio Ingrao

TAG

, , ,

VEDI ANCHE