Ma quando è nato davvero Gesù?

6 ottobre 2017 News

tweet

Schermata 2017-10-04 alle 13.48.31Su uno degli scorsi numeri di Il mio Papa cartaceo, raccontando nel libro a fascicoli la vita dei due re che “conobbero” Gesù, Erode il Grande ed Erode Antipa, abbiamo scritto che storici e biblisti oggi concordano nel ritenere sbagliata la tradizionale data di nascita di Gesù. Insomma: non è nato il 25 dicembre dell’anno 1 a.C. In effetti questa data non è riportata con precisione né nei Vangeli né in altre fonti. Per gli studiosi bisognerebbe spostarla indietro, tra l’anno 8 a.C. e l’anno 4 a.C. Ma cosa ha generato questo errore? Come è stato “corretto”?

Perché per secoli si è pensato che Gesù fosse nato il 25 dicembre dell’1 a.C.?

Questa datazione fu stabilita dal monaco orientale Dionigi il Piccolo, vissuto tra il V e il VI secolo. In base ai Vangeli e alla tradizione, collocò la nascita di Gesù nel 754° anno dalla fondazione di Roma. Dionigi introdusse anche l’usanza di contare gli anni “dalla incarnazione di nostro Signore Gesù Cristo”, per cui il primo anno cominciato dopo la nascita di Gesù divenne l’anno 1 d.C. Nonostante sia ormai chiaro che il calcolo di Dionigi era sbagliato, per praticità l’anno che lui definì “1 d.C.” è ancora usato come punto di partenza per contare gli anni nel calendario gregoriano, usato in Italia e nei Paesi occidentali.

Perché nel calcolo di Dionigi si va da 1 a.C. a 1 d.C. e non c’è l’anno 0?

Perché all’epoca di Dionigi in Europa non si conosceva ancora il concetto di numero zero, che fu “elaborato” in Oriente e venne portato in Europa da Leonardo Fibonacci nel 1202.

Un’ipotesi diceva che Gesù era nato fra 3 a.c. e 2 a.C. Perché fu scartata?

Perché è impossibile. Dai Vangeli sappiamo che Gesù è nato prima della morte di Erode il Grande, avvenuta per certo nel 4 a.C. Poiché gli anni prima della nascita di Cristo si contano al contrario, la nascita non può essere avvenuta negli 3 e 2 a.C.  

Gli studiosi ormai sono d’accordo: Gesù È nato tra 8 a.c. e 4 a.c. perché?

Al momento (ma ci sono pochi dubbi…) questa è sicuramente l’ipotesi più plausibile, alla luce dell’“incrocio” del racconto evangelico con le certezze della storia: Gesù è nato subito dopo il censimento di Augusto dell’8 a.C. (è quello per cui Giuseppe e Maria si mettono in viaggio, nonostante la gravidanza avanzata) e prima della morte di Erode il Grande, avvenuta, come detto, nel 4 a.C. 

Quindi se oggi usassimo la data di nascita giusta, in quale anno saremmo?

Spostando indietro l’inizio del “dopo Cristo” ci troveremmo tra il 2021 (se fosse nato nell’anno 4 a.C.) e il 2025 (se fosse nato nell’8 a.C.).

di Tiziana Lupi

TAG

, ,

VEDI ANCHE