13 marzo, festa della mamma: le frasi di Francesco più belle per loro

12 maggio 2018 News

tweet
Credit Osservatore Romano

Credit Osservatore Romano

Fin da quando papa Francesco è stato eletto abbiamo imparato a capire quanto fosse grande l’amore per sua madre, Regina Maria Sivori, argentina di origini italiane: «Se qualcuno offende mia madre si aspetti un pugno» ha detto scherzando con i giornalisti sul volo di ritorno dalle Filippine nel gennaio del 2015. 

È Regina Maria che si è sempre occupata della casa e dell’educazione di Jorge Mario Bergoglio e dei suoi quattro fratelli; lei che ha insegnato ai suoi ragazzi a cucinare quando, dopo la nascita dell’ultima figlia, è dovuta rimanere a letto per un lungo periodo. Ed è lei che ha trasmesso ai figli la passione per la musica lirica: «Io ricordo a casa, eravamo cinque figli e, mentre uno ne faceva una, l’altro pensava di farne un’altra, e la povera mamma andava da una parte all’altra. Ma era felice. E ci ha dato tanto» ha raccontato qualche tempo fa Francesco.

Che voleva talmente bene a sua madre da avere paura di darle un dispiacere con la decisione di diventare sacerdote e, per questo, glielo disse per ultima, dopo aver dato la notizia alla nonna Rosa e al padre. In occasione della Festa della mamma abbiamo pensato di andare a rivedere le frasi più belle che Francesco, con la forza dell’affetto per Regina Maria, ha detto sulle madri.

ECCO LE FRASI PIU’BELLE DI PAPA FRANCESCO:

Il dono di ogni madre e di ogni donna è tanto prezioso per la Chiesa che è madre e donna.

Le madri sono l’antidoto più forte contro le nostre tendenze individualistiche ed egoistiche.

Dio è tanto vicino a noi che si esprime con la tenerezza di una mamma quando canta la ninna nanna al bambino e prende la voce del bambino e si fa piccola come il bambino.

Le madri trasmettono il senso più profondo della pratica religiosa: nelle prime preghiere, nei primi gesti di devozione che un bambino impara, è inscritto il valore della fede nella vita di un essere umano. Il germe della fede sta in quei primi, preziosissimi momenti.

Una società senza madri sarebbe non soltanto una società fredda, ma una società che ha perduto il cuore, che ha perduto il “sapore di famiglia”. 

Essere madre non significa solo mettere al mondo un figlio, ma è anche una scelta di vita: la scelta di dare la vita.

Ogni persona deve la vita a una madre e quasi sempre deve a lei molto della propria esistenza successiva, della formazione umana e spirituale.

Forse le madri, pronte a fare tanti sacrifici per i propri figli e non di rado anche per quelli altrui, dovrebbero trovare più ascolto. Bisognerebbe comprendere di più la loro lotta quotidiana per essere efficienti al lavoro e attente e affettuose in famiglia.

Ciò che spinge una madre è la forza dell’amore. Una madre sa seguire con discrezione e tenerezza il cammino dei figli e, anche quando sbagliano, trova sempre il modo per essere vicina. 

Mentre l’uomo spesso astrae, afferma e impone idee, la donna, la madre, sa custodire, collegare nel cuore, vivificare. Tutti abbiamo bisogno di un cuore di madre che sappia custodire la tenerezza di Dio. 

di Tiziana Lupi

TAG

, ,

VEDI ANCHE