Il “SuperPapa” sulle magliette per beneficienza

12 ottobre 2017 Mondo di Francesco

tweet
Il SuperPapa con l'autore dei disegni “Maupal“

Il SuperPapa con l’autore dei disegni “Maupal“

Vi ricordate di SuperPope, cioè SuperPapa? Apparso pochi mesi dopo l’elezione di Francesco nel quartiere Borgo Pio, a due passi dal Vaticano, il “murales” ritraeva papa Francesco come un super-eroe. Un disegno criticato da alcuni ma amato dalla maggioranza delle persone che lo hanno visto. «Perché è un supereroe molto umano: inforca gli occhiali da vista, porta al collo la sciarpa della sua squadra del cuore», ricorda Mauro Pallotta, in arte Maupal, autore dell’opera che era stata quasi subito rimossa dalla Polizia municipale di Roma Capitale.

Qualche settimana dopo l’artista incontrò Bergoglio alla fine di un’udienza generale in Piazza San Pietro, per donargli una tavoletta di legno con la stessa immagine. «Mi diede uno scappellotto affettuoso, come quello di un nonno», confida. Ora quel fumetto così originale, grazie all’autorizzazione di Maupal e della Santa Sede, è stato stampato su oltre 10mila magliette; gran parte del ricavato andrà nelle casse dell’Obolo di San Pietro che raccoglie le offerte mandate dai fedeli al Papa a sostegno della missione della Chiesa e delle opere di carità.

Di questa iniziativa originale ha parlato anche monsignor Dario Viganò, prefetto della Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede, alla trasmissione A sua immagine, andata in onda su Rai Uno nella mattinata di domenica 8 ottobre. 

Accanto a lui, naturalmente c’era anche l’autore di questa che è diventata ormai un’icona generazionale. «Sicuramente SuperPope ha fatto il giro del mondo e alcune persone all’estero se ne sono appropriate senza autorizzazione, usandolo a fini commerciali. Invece ora, dopo un esame attento, il Vaticano ha dato il permesso di utilizzare il mio  disegno per beneficenza, e questo non può che farmi piacere», aggiunge Maupal, la cui voce non nasconde la felicità di questa storia. 

Ad avere l’idea della T-shirt sono stati i responsabili dell’azienda Penelope: «Mi hanno contattato e ho intuito la loro serietà, così ho accolto la proposta. La Santa Sede ha capito l’importanza di questa immagine, il messaggio positivo che può trasmettere un semplice fumetto. Proprio per questo mi auguro che possa essere diffusa il più possibile e diventare una maglietta-simbolo come fu quella con lo smile (il sorriso) giallo tanti anni fa. È un ritratto iper-contemporaneo di questo Papa, la sintesi grafica di un pensiero comune: nulla di cui scandalizzarsi. Sono passati secoli dal tempo di Caravaggio: oggi è possibile raffigurare un pontefice in un’altra maniera; d’altronde lui stesso non vuole essere idolatrato», conclude l’artista. 

Per Fabrizio Marcucci dell’azienda Penelope, di solito dedita al commercio di profumi, si tratta di una scommessa del tutto nuova e decisamente particolare: «Abbiamo pensato di diffondere un’immagine che piace e suscita sorrisi. E ne farà nascere altri, visto che una percentuale cospicua dell’incasso andrà in beneficenza». Sul retro, alcune frasi del Santo Padre invitano alla misericordia in italiano, inglese e spagnolo. E presto la maglietta, che Francesco ha già visto in varie occasioni, arriverà in molti Paesi: dalla Polonia al Sudamerica, fino a sbarcare in terra africana.

COME COMPERARLE
Le magliette costano 19 euro e sono disponibili in cinque colori: bianco, giallo, nero, blu e rosso. Ai modelli per uomo e donna si sta affiancando quello per bambini dai 2 ai 12 anni, con l’aggiunta del colore verde. Le istruzioni per comprarle sono sul sito www.superpope.it, che pubblicherà anche i nomi dei negozi.

di Laura Badaracchi

Una delle magliette con il Papa “supereroe”

Una delle magliette con il Papa “supereroe”