Il dolce ricordo del carnevale

7 febbraio 2018 In Edicola

tweet

07 CoverCari lettori, l’allegria del Carnevale, si sa, è contagiosa e anche il nostro Papa ha conservato un atteggiamento gioioso nei confronti di questa festa. Lo leggiamo in un bell’articolo della nostra Tiziana Lupi nel quale, proprio dalle parole di Francesco, si possono ricostruire i suoi ricordi di quando in Argentina era un ragazzino e sua nonna Rosa gli cucinava i dolci tipici di questo periodo: le bugie (o chiacchiere; a proposito, nel servizio trovate anche la ricetta per prepararle a casa). Ma l’allegria di questi giorni non ci impedisce di affrontare con il giusto spirito il periodo che segue subito il Carnevale e cioè la Quaresima. Con il Mercoledì delle Ceneri (quest’anno è il 14 febbraio) inizia infatti uno dei momenti più importanti dell’anno per tutti i cattolici: i giorni che portano alla Santa Pasqua. In un articolo di questa settimana, oltre ai principali cambiamenti dal punto di vista liturgico, trovate un riassunto completo dei comportamenti più appropriati da adottare in occasione della Quaresima, dall’astenersi dal mangiare carne alle preghiere dedicate. Ma ancora una volta è Francesco a stupirci, mostrando il lato concreto e umano della tradizione, quando invita ad avere soprattutto un comportamento guidato dalla carità verso gli altri: «Misericordia io voglio, non sacrifici».

di Aldo Vitali

Il direttore de Il Mio Papa Aldo Vitali

Il direttore de Il Mio Papa Aldo Vitali

TAG

, , ,