Cinque anni pieni di sorprese

7 marzo 2018 In Edicola

tweet

11 CoverCari lettori, in questo numero festeggiamo i cinque anni di pontificato di Francesco. Cinque anni! Sembra ieri che ci siamo trovati, disorientati e stupiti, di fronte alle dimissioni di Benedetto XVI. Sembra ieri che, pochi giorni dopo quello choc, ci è apparso sul balcone di San Pietro questo Papa venuto «dalla fine del mondo», che conquistò subito con parole semplici e dirette i nostri cuori. Ma mentre scrivo che sembra passato poco tempo mi pare quasi il contrario, che Francesco sia con noi da sempre. Di sicuro, non ci siamo ancora “abituati” alle sue sorprese, ai suoi comportamenti così simili a quelli che fanno parte della nostra vita quotidiana, ma che prima non avevamo mai visto in un pontefice. Come quel gesto così semplice e apparentemente innocuo che abbiamo messo in copertina: Francesco che suona il citofono per farsi aprire il cancello di una casa dove sono state accolte delle detenute coi loro bambini. L’ennesima sorpresa, l’ennesima fotografia che da sola racconta il carattere di Francesco, così attento agli “ultimi” e pronto a manifestare la propria vicinanza anche lasciando da parte cerimonie e usanze dei suoi predecessori. Un dito sul campanello, una visita dedicata a chi soffre: c’è tutto Francesco in quella immagine. E chissà quante altre foto sorprendenti ci aspettano ancora, chissà quanti gesti spontanei, facili da comprendere e molto simbolici nella loro semplicità. Auguriamo tanti e tanti anni di pontificato a Francesco, un augurio che in fondo è anche rivolto a noi stessi, che con lui abbiamo trovato una guida sicura nel complicato e tutt’altro che perfetto mondo in cui viviamo.

di Aldo Vitali

Il direttore de Il Mio Papa Aldo Vitali

Il direttore de Il Mio Papa Aldo Vitali

TAG

, ,