Un film sulla vita del cardinale Carlo Maria Martini

17 febbraio 2017 Mondo di Francesco, News

tweet

08 MartiniIl cardinale Carlo Maria Martini è stato arcivescovo di Milano dal 1979 al 2002. Uno dei più amati dai cittadini, oltre che per la sua lunga presenza, anche per i modi, per la vicinanza alla gente, per l’umiltà. Il 10 febbraio 1980 ha percorso a piedi il suo ingresso nella diocesi e 37 anni dopo è, in un certo senso, tornato nel Duomo. Nella cattedrale, infatti, è stato proiettato il film-documentario Vedete, sono uno di voi del regista Ermanno Olmi realizzato insieme al biografo del cardinale Marco Garzonio e prodotto da Istituto Luce Cinecittà e Rai Cinema. Arriverà nei cinema a marzo. 

La pellicola si apre con una immagine toccante: la stanza vuota dell’Aloisianum, la casa gestita dai gesuiti di Gallarate (Va) nella quale si è spento. E subito una sorpresa: la voce narrante di Martini è quella del regista stesso. Una scelta inusuale, ma così Olmi l’ha spiegata: «Ho voluto parlarvi direttamente, ho voluto guardarvi negli occhi». Un gesto di trasparenza. Proprio come ha sempre fatto Martini con i suoi amatissimi fedeli. 

E da quella stanza fredda, che compare più volte nel film, parte il racconto della vita del religioso, dalle origini piemontesi alle gioiose domeniche al parco del Valentino a Torino, all’annuncio di Mussolini dell’ingresso in guerra. Ma c’è anche la lettera del padre Leonardo che comunica al fratello Pippo l’intenzione, non molto condivisa, di Carlo Maria di prendere i voti. E quindi l’ingresso, nel settembre del 1944, nel collegio della Compagnia del Gesù a Cuneo. 

Sulla pellicola scorre una vita fatta di studi, di approfondimenti, con implacabile voglia di conoscere, di sapere. 

Nel 1979 arriva, inaspettata e secondo lui immeritata, la nomina ad arcivescovo di Milano da parte di Giovanni Paolo II. Comincia un periodo molto impegnativo. Con il contatto con eventi drammatici, dal terrorismo degli anni di piombo alla crisi del lavoro e a Tangentopoli. Immagini spesso crude, quelle proposte dal film di Olmi. Un mondo nel quale Martini ha saputo ridare una guida, una speranza, una luce alla gente smarrita. Nel 2002 le dimissioni per limiti d’età, diviene arcivescovo emerito di Milano e si trasferisce 5 anni a Gerusalemme per proseguire gli studi biblici. Per apprendere ancora, ma anche per dialogare. È stato soprannominato “il cardinale del dialogo” e Olmi ricorda uno dei momenti più alti del suo magistero, la cosiddetta  “Cattedra dei non credenti”, una serie di incontri volti a tessere il dialogo fra cristiani e non. Martini sembra così avere in papa Francesco una continuità della sua opera, oltre ad altri punti in comune. Quali? Il cardinale milanese parlava di un nuovo modo di governare la chiesa, della creazione di un consiglio. Il Papa, con il C9, ha concretizzato questa ipotesi. Martini è sempre stato vicino ai grandi temi della vita, il matrimonio e la famiglia, condivisi da Francesco. Martini ha sempre fatto in modo che il popolo di Dio fosse vicino alle scritture: la “lectio divina” (cioè la rilettura delle pagine della Bibbia, ndr.) che il Papa fa a Casa Santa Marta è un’evoluzione.  

Anche i comprendere i problemi dell’immigrazione, della povertà, l’esser vicini delle periferie sono temi cari ai due religiosi: gli elementi di questa continuità non mancano. Una continuità che sembra voler proseguire anche nell’ultima scena del film, senza dubbio la più toccante. Martini, ormai fiaccato dalla malattia, riesce a trovare la forza per impartire un’ultima benedizione. La forza per essere vicino ai fedeli che l’hanno tanto amato. Quasi a voler dire a tutti, «Vedete, sono uno di voi».

PER CONOSCERE MEGLIO IL MESSAGGIO DEL CARDINALE MARTINI

Per il 90° anniversario della nascita di Carlo Maria Martini la Fondazione a lui intitolata promuove il 18 e 19 febbraio l’iniziativa “Io ci sono”. Al Centro San Fedele (Via Hoepli 3/B, Milano) si potranno apprezzare foto e video del cardinale. E verrà lanciata un’iniziativa per fornire materiale destinato all’Archivio Martini. Altre info su www.fondazionecarlomariamartini.it.

di Antonio de Felice

TAG

, , ,

VEDI ANCHE