Benedetto XVI compie novant’anni il giorno di Pasqua

15 aprile 2017 News

tweet
Credit Osservatore Romano

Credit Osservatore Romano

Domenica 16 aprile, proprio il giorno di Pasqua, avremo un altro motivo per gioire. Il papa emerito Benedetto XVI festeggerà, infatti, il suo novantesimo compleanno: lo farà al Mater Ecclesiae, il monastero di dove abita che si trova all’interno della Città del Vaticano, vicino alla Fontana dell’Aquilone.

Papa Benedetto, come sappiamo, non è un uomo che ama gli sfarzi. E trattandosi anche della domenica di Pasqua, non ci sono previsti festeggiamenti eccessivi. Lo ha detto anche in un’intervista al programma Matrix di Canale 5 monsignor Georg Gänswein, il prefetto della Casa Pontificia, segretario di Ratzinger e suo carissimo amico: «Non facciamo una festa grande, il Papa non vuole; ci saranno alcune visite, cioè un piccolo festeggiamento alla bavarese. Questo si fa e questa è l’unica cosa che ha accettato e poi chiaro, stanno già arrivando tante lettere e quando arriverà il giorno penso che ci saranno anche dei doni, ma sarà un festeggiamento molto moderato». 

Proprio come avvenne anche nel 2015, quando al Mater Ecclesiae arrivò dalla Baviera (la regione tedesca di cui è originario papa Ratzinger) il gruppo folkloristico Bayerischen Trachtenverband con una banda musicale. Comunque, anche senza eccessi, quella di domenica 16 sarà una giornata speciale per il Papa emerito. Ma esattamente come vive oggi Benedetto XVI? 

Vive in modo semplice, profondo, silenzioso: fatto di preghiera e studio. Accanto a lui, al Mater Ecclesiae, ci sono monsignor Gänswein e le “Memores Domini” (un’associazione collegata al movimento di Comunione e Liberazione): sono quattro laiche consacrate che lo assistono sin dai tempi del suo pontificato. 

Sono Loredana, la responsabile della cucina; Carmela, che si occupa del guardaroba e della camera del Pontefice emerito (oltre che ottima pasticcera: la sua specialità è lo strudel); Cristina, che segue le celebrazioni liturgiche, e Rossella, ultima arrivata nel 2011 e incaricata, tra le altre cose, di curare la stanza di monsignor Gänswein. 

La giornata di papa Ratzinger inizia presto, poco prima delle 7. Dopo essersi alzato, celebra la messa nella cappella del monastero. Quindi si sposta nella stanza da pranzo per la colazione: di solito mangia pane, burro e marmellata, beve caffellatte e qualche volta si concede dolci, ciambelle o biscotti. Il giorno del suo compleanno quasi sicuramente non mancherà qualche specialità bavarese.

Dopo la colazione, Benedetto si ritira nel suo ufficio per leggere i quotidiani, studiare, scrivere e rispondere alle lettere che riceve. Infatti, nonostante l’età avanzata, moltissime richieste ancora gli arrivano per un suo parere su testi teologici. Nel frattempo, attorno alle 9, monsignor Gänswein lascia il monastero per occuparsi dei suoi compiti di Prefetto della Casa Pontificia e di segretario di papa Francesco. Monsignor Georg ritorna quattro ore dopo, giusto in tempo per mettersi a tavola per pranzo con l’amico Joseph e le Memores. Anche la mensa di Ratzinger è semplice. La signora Loredana solitamente alterna la cucina italiana a quella bavarese, utilizzando, quando la stagione lo consente, i prodotti biologici coltivati in un piccolo orto che si trova nelle vicinanze del monastero. Niente alcolici, al massimo solo un mezzo bicchiere di vino dolce con il dessert, ma al Pontefice emerito vengono serviti acqua e succhi di frutta.

Il pranzo finisce attorno alle 14 e Benedetto XVI, tempo permettendo, esce in terrazza per prendere una boccata d’aria.

Quindi giunge il momento del riposino: il Papa emerito si ritira nella sua stanza, per uscire solamente attorno alle 16. Con la bella stagione, Ratzinger passeggia con monsignor Georg nei Giardini Vaticani, dove incontra qualche amico in visita o per recitare il rosario alla Grotta della Madonna di Lourdes. Terminata la preghiera, torna nello studio e riprende il lavoro fino al tardo pomeriggio. Prima di cena il Papa emerito si reca di nuovo in cappella per pregare e meditare. Alle 19.30 il pasto è in tavola e alle 20 si trasferisce nella stanza della televisione per guardare il telegiornale. Dopo circa un’oretta, infine, papa Benedetto dà la buonanotte a tutti.

IL MONASTERO CHE LO OSPITA

Si chiama Mater Ecclesiae e si trova all’interno delle Mura Leonine, nel mezzo dei Giardini Vaticani. Qui vive papa Ratzinger. La struttura venne costruita nei primi anni ’90 al posto di un palazzo della Gendarmeria, integrandolo con la vecchia residenza dei giardinieri. Fino al 2012 ospitò diversi ordini di suore.

UNO SPECIALE SU RAITRE

Domenica 16 aprile alle 20.00 su Raitre andrà in onda uno speciale de “La Grande Storia” dedicato ai 90 anni di Benedetto XVI. Il documentario si muove su alcune linee guida: la biografia; il rapporto tra il suo desiderio di rimanere appartato; il suo pontificato visto come la sua Via Crucis personale per tutto quello che gli è caduto addosso; il segno che Benedetto ha lasciato nella Chiesa.

di Matteo Valsecchi

TAG

, , ,